Robot sorprende rivelando la funzione delle piume nei dinosauri; guarda il video 13

Robot sorprende rivelando la funzione delle piume nei dinosauri; guarda il video

Con l’avanzare della tecnologia e degli studi paleontologici, l’umanità scopre nuovi fatti sull’uomo dinosauri.

Per molto tempo si è creduto che questi animali fossero imparentati con i rettili, ma ora sappiamo che in realtà sono più vicini agli uccelli.

Infatti, diverse specie di dinosauri avevano piume e ali, anche se non erano funzionanti al 100% e non permettevano il volo.

In questo modo veniva messa in discussione la reale utilità delle piume: in fondo, perché gli animali le avevano se non potevano usarle per decollare o almeno planare?

Recentemente, un dinosauro robot costruito dai ricercatori è stato in grado di rispondere a queste domande in un modo senza precedenti. Con la macchina, i ricercatori hanno scoperto perché sui dinosauri c’erano le piume.

Come è avvenuto l’esperimento con il robot?

Il materiale mostra come si sono svolti i test – Video: YouTube/Riproduzione

Ad oggi sono state sviluppate diverse teorie per cercare di giustificare l’esistenza di piume e ali sui corpi dei dinosauri, ma nessuna di queste ha risolto l’enigma in modo soddisfacente. Hanno dato più velocità? Proteggevano dal freddo? Erano utili per l’accoppiamento?

La risposta è stata ottenuta solo da a robot di metallo chiamato “Robpteryx”, una versione meccanizzata di un esemplare preistorico chiamato “Caudipteryx”, che aveva le dimensioni di un pavone moderno, con protoali e coda ricoperte di piume.

L’animale viveva 124 milioni di anni fa in un ambiente estremamente ostile e pieno di pericoli.

Pertanto, gli scienziati sono stati in grado di testare un’ipotesi suggerita dagli studiosi sudcoreani, chiamata “strategia di perseguimento del colore”.

Secondo lei, gli animali userebbero le loro ali per spaventare le prede dalle loro tane e catturarle. Ricordando che questa strategia è già stata osservata negli uccelli moderni.

Pertanto, con queste informazioni, l’esperimento ha effettuato tre dimostrazioni di come potrebbero essere utilizzate le suddette strutture corporee:

  • La macchina espande gli arti anteriori con le protowing e fa saltare/volare la cavalletta, indicando che potrebbe effettivamente scappare da un nascondiglio;

  • Il robot piega gli arti anteriori con le sue protowing e, ancora, l’insetto salta/vola per prendere le distanze;

  • Il meccanismo fa movimenti verso l’alto con la coda piumata e la cavalletta vola via.

Secondo i risultati, l’autore principale del progetto, Jinseok Park, dell’Università Nazionale di Seoul, rivela che le cavallette saltavano più frequentemente quando la replica robotica mostrava le ali. ali.

In relazione :  Guarda il nuovo video promozionale di Tesla che mostra il Cybertruck

Inoltre saltavano di più quando queste parti venivano dipinte con macchie bianche e nere.

Secondo Piotr G. Jablonski, un altro membro coinvolto nella ricerca, questo potrebbe essere un forte indizio del fatto che l’evoluzione dei dinosauri e delle loro piume è stata parzialmente modellata dai neuroni degli insetti, che erano, in questo caso, la principale fonte di cibo per gli animali antichi . .

Moyens I/O Staff ti ha motivato, dandoti consigli su tecnologia, sviluppo personale, stile di vita e strategie che ti aiuteranno.