Gli scienziati creano una tecnologia che potrebbe porre fine al Bluetooth 13

Gli scienziati creano una tecnologia che potrebbe porre fine al Bluetooth

Sei il tipo che ama inviare video e foto ai tuoi amici e familiari? Alcuni anni fa, l’invio diretto di file era possibile solo tramite il formato Bluetooth.

Nel corso del tempo, le cose sono cambiate e oggigiorno le persone utilizzano mezzi diversi per raggiungere questo obiettivo. attivitàanche se tra queste la più conosciuta e apprezzata è l’applicazione WhatsApp.

Come sappiamo, ogni giorno migliaia di ricercatori e scienziati studiano e sviluppano diverse tipologie di tecnologie.

Presso l’Università del Sussex nel Regno Unito, gli scienziati hanno creato una tecnologia più efficiente dal punto di vista energetico per la trasmissione dei dati.

Questa innovazione ha il potenziale per sostituire il Bluetooth poiché offre un modo più efficace per connettersi dispositivi e prolungare la durata della batteria.

I ricercatori Robert Prance e Daniel Roggen hanno studiato e creato l’uso di onde elettriche invece di onde elettromagnetiche per stabilire una forma di comunicazione a bassa potenza su brevi distanze mantenendo elevate prestazioni adatte ad applicazioni multimediali.

Attualmente Bluetooth, Wi-Fi e 5G si basano sulla modulazione elettromagnetica, una tecnologia wireless sviluppata più di 125 anni fa.

Al contrario, la modulazione di campo elettrico Utilizza onde elettriche a corto raggio, consumando molta meno energia rispetto al Bluetooth.

Daniel Roggen, professore di ingegneria e design all’Università del Sussex, sostiene che non è più necessario affidarsi esclusivamente alla modulazione elettromagnetica, che di per sé richiede molta energia della batteria.

“Possiamo migliorare la durata della batteria della tecnologia, ad esempio, utilizzando la modulazione del campo elettrico invece del Bluetooth. Questa soluzione non solo renderà le nostre vite molto più efficienti, ma aprirà anche nuove opportunità di interazione con i dispositivi nelle case intelligenti”, afferma in una nota ufficiale.

Poiché sono vicini ai nostri dispositivi, i ricercatori hanno scoperto che l’uso della modulazione del campo elettrico è più efficiente per connettere i nostri dispositivi.

In questo modo la batteria dura più a lungo quando si ascolta musica in cuffia, si risponde alle chiamate, si utilizzano i fitness tracker o si controlla gadget a casa.

Gli scienziati creano una tecnologia che potrebbe porre fine al Bluetooth 16

Mentre Bluetooth, Wi-Fi e 5G si basano sulla modulazione elettromagnetica, questo nuovo metodo utilizza le onde elettriche – Immagine: Getty Images/riproduzione

In relazione :  7 film stranieri da vedere almeno una volta

Verrà venduto nei negozi?

Lo studio indica che il progresso di questa tecnologia potrebbe cambiare il modo in cui utilizziamo quotidianamente i nostri dispositivi, oltre ad aprire la strada a un’ampia varietà di applicazioni futuristiche.

Ad esempio, un braccialetto che utilizza questa nuova tecnologia potrebbe consentire di scambiare numeri di telefono con una semplice stretta di mano, oppure di aprire una porta semplicemente toccando la maniglia.

Inoltre, questa tecnologia ha un costo basso, il che significa che può essere implementato nella società rapidamente e facilmente.

“Se fosse prodotta in serie, la soluzione potrebbe essere miniaturizzata su un singolo chip e costare solo pochi centesimi per dispositivo, il che significa che potrebbe essere utilizzata su tutti i dispositivi in ​​un futuro non troppo lontano”, afferma il professor Daniel Roggen.

I ricercatori dell’Università del Sussex sono alla ricerca di partenariati industriali per assistere nell’ulteriore miniaturizzazione del tecnologiapuntando alla sua applicazione sui dispositivi personali.