Come sottotensione una GPU: la guida definitiva all'undervolting 13

Come sottotensione una GPU: la guida definitiva all’undervolting

Che tu abbia una delle migliori schede grafiche attualmente disponibili o un modello precedente che necessita di un aggiornamento, potresti voler imparare come sottotensione una GPU. Può ridurre la richiesta di energia, ridurre la temperatura e i livelli di rumore e, in alcuni casi, persino migliorare le prestazioni.

L’undervolting richiede alcune conoscenze di base, ma una volta che sai cosa fare, puoi farlo in pochi semplici passaggi. Continua a leggere per scoprire tutto su come sottotensione la tua scheda grafica.

Prima di iniziare

Prima di iniziare, tieni presente che non tutti i modelli di GPU possono (o dovrebbero) essere sottotensione. I modelli datati inferiori alla serie 10 di Nvidia potrebbero non consentirlo. Il motivo è che le tensioni sono bloccate su tutte le schede Nvidia precedenti alla serie Pascal (GTX 10xx). Ciò significa che gli strumenti di undervolting più popolari non supportano queste carte. Esistono soluzioni alternative, ma spesso sono molto più complesse di quelle offerte dalle schede più recenti.

Le schede AMD generalmente possono essere sottotensione, anche sui modelli più vecchi. In effetti, alcuni modelli, come la serie Vega di AMD, potrebbero effettivamente vedere la loro velocità di clock migliorare quando sottotensione a causa di un margine aggiuntivo di potenza e temperatura quando funzionano a tensioni più basse.

Come sottotensione una scheda grafica Nvidia

Sottodimensionare le GPU Nvidia richiede alcuni passaggi aggiuntivi rispetto ad AMD. Li esamineremo tutti di seguito.

Passo 1: MSI Afterburner è lo strumento di undervolting più popolare per le schede grafiche Nvidia. Per iniziare il processo, scarica il programma gratuito qui.

Installalo sul tuo computer e poi avvialo.

Tendenze digitali

Passo 2: Nella parte in basso a sinistra dell’interfaccia MSI Afterburner troverai informazioni sulla tensione della tua GPU. Di seguito puoi trovare il file Editor di curve. È possibile accedervi semplicemente facendo doppio clic o premendo CTRL+F.

Una volta aperto l’editor delle curve, vedrai un grafico (un po’ intimidatorio). Questo grafico contiene due informazioni importanti. L’asse X è la tensione della scheda grafica e l’asse Y è la frequenza (velocità di clock).

Editor della curva MSI Afterburner.

Tendenze digitali

Come sottotensione una GPU: la guida definitiva all'undervolting 16

Ottieni il tuo smontaggio settimanale della tecnologia alla base dei giochi per PC



Controlla la tua casella di posta!

Passaggio 3: Prima di eseguire ulteriori passaggi, dovrai capire a quale frequenza funziona la tua GPU sotto stress. Esistono due modi per farlo: avviare un programma ad uso intensivo della GPU o eseguire uno stress test, ad esempio FurMark.

Il modo più semplice è avviare il gioco più pesante e lasciarlo funzionare per almeno 15 minuti. Alcuni giochi si basano più sul processore che sulla scheda grafica, ma la maggior parte dei titoli più recenti esercita una pressione sufficiente sulla GPU per mostrarti la frequenza corretta, specialmente a risoluzioni più elevate.

Strumento di frequenza GPU MSI Afterburner.

Tendenze digitali

Passaggio 4: Torna allo strumento Curve Editor in Afterburner e trova la frequenza giusta sull’asse Y. Basta fare clic lungo la linea della curva tratteggiata finché non riesci a vedere la frequenza corretta sul lato sinistro, allineata con la curva. Guarda in basso e controlla la tensione corrispondente. Nel nostro esempio, 1873 MHz richiede una tensione del core di 1000.

Frequenza e voltaggio della GPU in MSI Afterburner.

Tendenze digitali

Passaggio 5: L’undervolting, come l’overclock, non è una scienza esatta. Invece, è tutta una questione di tentativi ed errori. Se inizi con 1000 mV e una frequenza di 1873 MHz, potresti voler procedere passo dopo passo e abbassare la tensione a 950 mV. I numeri varieranno a seconda della scheda grafica. Come regola generale, è meglio diminuire gradualmente la tensione invece di fare troppo in una volta.

Fare clic sulla tensione che si desidera ottenere. Come puoi vedere, quel numero sarà legato a una frequenza inferiore a quella che desideri mantenere. Ci sono modi per risolverlo.

Passaggio 6: Torna alla finestra principale di MSI Afterburner e guarda la sezione Core Clock (MHz). Vuoi regolare il core clock in modo che la frequenza della tua scheda corrisponda alla tensione che desideri mantenere.

Per fare ciò, aumentare il core clock finché la curva nell’editor delle curve non cambia. Tieni traccia della tensione scelta in basso (in questo esempio, 950 mV) e della frequenza a sinistra. Continua ad aumentare l’orologio fino a quando la frequenza non sarà la stessa di quella dello stress test mentre corri con la nuova tensione abbassata.

Il risultato finale dovrebbe essere che la tua scheda funzionerà alla stessa frequenza di prima mantenendo la tensione massima di tua scelta. Ricorda che questi numeri varieranno in base ai valori con cui hai iniziato.

Interfaccia MSI Afterburner.

Tendenze digitali

Passaggio 7: Per preservare queste modifiche, torna alla finestra MSI Afterburner e premi l’icona Salva del floppy disk al centro nella parte inferiore dello schermo.

Metti alla prova la tua nuova combinazione frequenza/tensione avviando lo stesso gioco (o un altro programma ad alto consumo di risorse) che hai eseguito in precedenza. Tieni traccia dei valori in MSI Afterburner per assicurarti di raggiungere la stessa frequenza che avevi prima di sottotensione della tua scheda. In caso contrario, aumenta ancora un po’ il core clock e riprova.

Lascia che il gioco funzioni per almeno 30-60 minuti. Se tutto funziona bene, non riscontri problemi con la scheda grafica e non si verifica alcun arresto anomalo, sei a posto. Se ti senti avventuroso, puoi provare a tornare indietro e rifare i passaggi per abbassare ulteriormente la tensione.

Tuttavia, se riscontri qualsiasi tipo di problema grafico o crash, significa che hai sottotensione troppo la scheda. In questo scenario, ripeti i passaggi con una tensione più elevata mantenendo la stessa velocità di clock. Alla fine, troverai il punto che funziona meglio per la tua scheda grafica.

Passaggio 8: Questo può essere considerato come un passaggio aggiuntivo, ma è decisamente consigliato. Per assicurarti che le tue nuove impostazioni funzionino bene e che la scheda funzioni come dovrebbe in qualsiasi circostanza, è una buona idea sottoporla a un adeguato stress test. Giocare è una cosa, ma ci sono programmi che possono aiutarti a stressare la carta in altri modi.

Scaricamento FurMark O Spia temporale 3DMark ed eseguire lo stress test/benchmark fino a tre volte. Se tutto è stabile, congratulazioni: hai imparato con successo come sottotensione la tua GPU Nvidia.

Sottotensione di una GPU AMD.

Tendenze digitali

Come sottotensione una scheda grafica AMD

Sottotensione di una scheda grafica AMD è molto più semplice, poiché puoi farlo direttamente all’interno della suite di driver AMD Radeon.

Passo 1: Apri il software del driver Radeon facendo clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e selezionando Software AMD: edizione adrenalina.

Passo 2: Utilizzare le schede del menu nella parte superiore dello schermo per navigare Prestazione > Messa a punto.

Passaggio 3: È possibile utilizzare l’undervolting automatizzato, per un undervolt rapido e semplice. Per fare ciò, basta selezionare GPU sottotensione sul lato sinistro. Ciò sottoporrà automaticamente la tua GPU, riducendo a sua volta il consumo di energia e le temperature.

Per un maggiore controllo manuale, attiva l’opzione per Ottimizzazione della GPUE Controllo avanzato.

Passaggio 4: Nella sezione contrassegnata Voltaggio (mV) abbassare la tensione di 10 mV, quindi selezionare Applica i cambiamenti in alto a destra.

Passaggio 5: Esegui uno strumento di stress o benchmarking, come Furmark o 3DMark per assicurarti che la tua GPU sia ancora stabile. Se passa, prova ad abbassare nuovamente la tensione.

Passaggio 6: Ripeti i passaggi precedenti finché il sistema non si arresta in modo anomalo, quindi torna all’ultima tensione stabile e prova a eseguirla come tensione giornaliera della GPU. Se è stabile, congratulazioni! Hai appena sottotensione la tua GPU AMD.

In relazione :  Come ottenere un codice Plus per una posizione in Google Maps