Colpo di scena storico: l’intelligenza artificiale mette in dubbio l’autenticità della pittura rinascimentale 13

Colpo di scena storico: l’intelligenza artificiale mette in dubbio l’autenticità della pittura rinascimentale

UN intelligenza artificiale è al centro dell’ennesima polemica, questa volta nel mondo dell’arte. I ricercatori delle università di Nottingham, Stanford e Bradford hanno analizzato un famoso dipinto del pittore Raffaello utilizzando un modello linguistico.

L’opera scelta è stata la “Madonna della Rosa”, un dipinto esposto al Museo del Prado di Madrid, in Spagna.

L’intelligenza artificiale è stata addestrata per svolgere il compito e ha offerto un’analisi insolita, rafforzando una teoria già presente negli studi artistici. Secondo il sistema, il dipinto non sarebbe stato realizzato interamente da Raffaello.

Hassan Ugail, professore al Center for Visual Computing and Intelligent Systems dell’Università di Bradford, spiega che lo strumento utilizza una classificazione binaria per definire se l’opera d’arte è legittima o meno. UN tecnologia sarebbe in grado, secondo lui, di riconoscere le opere con una precisione del 98%.

“Quando abbiamo testato il ‘[Madonna] della Rosa’ nel suo complesso, i risultati non sono stati conclusivi. Quindi abbiamo testato le singole parti e mentre il resto dell’immagine è stato confermato come quello di Raffaello, il volto di José sembrava probabilmente non essere quello di Raffaello. [autoria de] Raffaello”, rivela il professore.

Vecchia indagine

Colpo di scena storico: l’intelligenza artificiale mette in dubbio l’autenticità della pittura rinascimentale 16

‘Madonna della Rosa’, il dipinto attribuito al pittore rinascimentale Raffaello – Immagine: Museo del Prado di Madrid/Riproduzione

Un altro studioso coinvolto nell’esperimento e legato anche lui all’Università di Bradford, Howell Edwards, afferma che le teorie sulla ‘Madonna della Rosa’ sono antiche e generano speculazioni fin dal 1800.

Secondo il ricercatore, gli esperti ritengono che altre persone a lui vicine e che erano vicine a Rafael avrebbero preso parte o avrebbero contribuito al completamento del dipinto. Una delle ipotesi più forti è che ad aiutarlo sarebbero stati due allievi del pittore, Giulio Romano e Gianfrancesco Penni.

A Spagnadove il dipinto è esposto, l’attribuzione originaria rimane e non è messa in discussione.

Per alcuni studiosi, tuttavia, la qualità compositiva e pittorica appare superiore se si confronta la Madonna con il Bambino e San Giovanni con la figura di San Giuseppe.

Per loro, la rappresentazione dell’uomo sarebbe stata aggiunta più tardi nel corso tenuto da Rafael e anche come ripensamento.

“L’analisi del nostro lavoro da parte del programma AI ha dimostrato in modo conclusivo che mentre le tre figure della Madonna, del Bambino Gesù e di San Giovanni Battista sono inequivocabilmente dipinte da Raffaello, quella di San Giuseppe non lo è ed è stata dipinta da qualcun altro – forse da Romano, come credono zur Capellen e altri”, sottolinea il professore.

In relazione :  CamScanner vs Google Drive: confronto approfondito delle app per scanner di foto