Che cos’è la modalità Compagno di Google Meet?

Quando si tratta di riunioni virtuali, Google Meet è un’opzione popolare, ma la nuova modalità Google Meet Companion lo rende ancora più utile. Ora, condividere lo schermo non ti allontana dalla riunione: puoi utilizzare uno schermo per la riunione e un secondo per la condivisione.

Non sei soddisfatto dell’attuale contesto delle tue riunioni? Scopri come cambiare lo sfondo in Google Meet.

Che cos’è la modalità Compagno di Google Meet?

Se sei mai stato a una riunione e volevi partecipare a una chat, a un sondaggio o utilizzare una lavagna, sai quanto può essere frustrante passare dall’interazione alla griglia dei partecipanti. Con la modalità Companion, non devi più scegliere.

È possibile utilizzare un secondo schermo solo per la condivisione dello schermo e le attività della riunione mentre si utilizza la schermata principale per visualizzare tutti i partecipanti alla riunione come al solito. Solo la schermata principale utilizza la fotocamera, il microfono e gli altoparlanti, riducendo i rumori extra, come toccare lo schermo o digitare su una tastiera mentre condividi con il secondo schermo.

Puoi facilmente alzare la mano, utilizzare la chat individuale o condividere lo schermo nella riunione senza mai perdere la concentrazione degli altri partecipanti alla riunione.

La cosa fantastica è che puoi utilizzare una varietà di dispositivi (un altro computer/laptop, Chromebook o persino un dispositivo Google Nest Hub Max) come secondo schermo. Sebbene tu possa utilizzare un dispositivo mobile come schermo principale, non può essere lo schermo secondario.

Qualsiasi partecipante può partecipare in modalità Companion, quindi questo non è limitato al leader della riunione. Tuttavia, se stai ospitando, usa la modalità Companion per tutti i tuoi controlli di hosting.

Gli altri sapranno che sei in questa modalità, poiché il tuo nome dirà “Modalità compagno” sotto di essa. Ricorda che non vedrai la griglia dei partecipanti sullo schermo secondario per fare spazio ad altre attività.

Nel complesso, pensala come una funzionalità di produttività che ti consente di ottenere di più. Di recente Google ha avuto un aumento della produttività, aggiungendo anche funzionalità più produttive ai Chromebook. La modalità Companion è già integrata in Google Meet, quindi non c’è niente in più da installare o abilitare.

In relazione :  5 cose da sapere sull'aggiornamento Android 10 di Galaxy Note 8

Mancia: scopri come registrare le tue riunioni online, anche se non sei l’host.

Partecipa a una riunione in modalità Companion

Tutto ciò di cui hai bisogno è il codice riunione o il link per utilizzare la modalità Google Meet Companion. Se sei l’host, una volta creata la sala riunioni, utilizzerai il link per partecipare come Companion, se lo desideri. Ti unirai alla riunione normalmente sulla schermata principale. Nella schermata secondaria, procedi come segue:

  1. Da un invito a una riunione o da un collegamento, fai clic sul collegamento e poi su “Utilizza la modalità Companion” in “Altre opzioni di partecipazione”.
Che cos'è la modalità Companion di Google Meet Partecipa
  1. Se hai copiato il collegamento nel browser anziché utilizzare un invito, dovrai fare clic su “Chiedi di utilizzare la modalità Companion” per partecipare alla riunione.

Un altro metodo consiste nell’utilizzare il collegamento alla modalità Google Meet Companion dopo che ti sei già iscritto nella schermata principale.

  1. Vai al Sito in modalità compagno.
  2. Inserisci il link della riunione e premi “Avvia Companion”.
Che cos'è la modalità Companion di Google Meet Iscriviti tramite il sito

Cosa puoi fare con la modalità Companion

Ora che hai un secondo schermo senza persone, cosa puoi effettivamente farci? Quando lo schermo viene caricato, noterai che sembra quasi identico a una normale riunione di Google Meet ma senza riquadri dei partecipanti.

Che cos'è la modalità Companion di Google Meet attivata

Ovviamente, puoi partecipare alla chat con tutti o selezionare le persone a cui inviare messaggi. Chiudi la finestra della chat se non è per questo che stai usando la modalità Companion.

C’è anche un pratico messaggio al centro dello schermo che ti informa su cos’altro puoi fare, come ad esempio:

  • Partecipa a una lavagna virtuale
  • Alza la mano
  • Condividi il tuo schermo
  • Ospita una presentazione

Sebbene tu possa fare tutto questo sullo schermo principale, è più facile continuare a interagire con gli altri partecipanti alla riunione se riesci a vederli sullo schermo principale. Inoltre, senza la fotocamera o il microfono accesi, non ci sono fastidiosi feedback audio.

Se stai ospitando, puoi mantenere i controlli di hosting sul secondo schermo per fare spazio sullo schermo principale per vedere i partecipanti, specialmente con gruppi più grandi.

Mancia: microfono dell’auricolare che rileva l’audio dell’auricolare? Scopri come risolvere questo problema.

Partecipazione in modalità compagno

Proprio come in una normale riunione, utilizzerai le icone nella parte inferiore dello schermo per partecipare.

Che cos'è la modalità Companion di Google Meet Partecipa

Da sinistra a destra, i pulsanti consentono di effettuare le seguenti operazioni:

  • Condividi la tua fotocamera: è l’ideale se la fotocamera del tuo dispositivo principale non funziona correttamente.
  • Attiva i sottotitoli: ottieni un testo in tempo reale di ciò che viene detto. Di solito, è meglio usarlo sullo schermo principale. Tuttavia, se utilizzi uno schermo più piccolo per lo schermo principale, potresti preferire l’utilizzo di sottotitoli su uno schermo secondario più grande.
  • Alza la mano: alza facilmente la mano per attirare l’attenzione di chi parla senza interromperlo. Questo è l’ideale anche per le classi piccole. Se hai bisogno di un’alternativa a Google Classroom, prova queste altre opzioni LMS.
  • Regalo: condividi il tuo schermo. Scegli dall’intero schermo, una finestra o solo una scheda del browser.
  • Regola le impostazioni, risolvi i problemi e segnala i problemi.
  • Lascia la chiamata.
In relazione :  Come ottenere la sincronizzazione bidirezionale per Google Drive su Android

Se sono disponibili altre attività, dovrai fare clic sull’icona Attività in basso a destra per visualizzarle.

Che cosa sono le attività della modalità Companion di Google Meet

Ti chiedi quanta larghezza di banda utilizza le videochiamate? Abbiamo la risposta!

Domande frequenti

Posso sapere quando altri stanno usando la modalità Companion?

Sì. Se sei preoccupato per i partecipanti che utilizzano la modalità Google Meet Companion senza la tua autorizzazione, è ovvio quando la usano. Prima di tutto, il loro avatar mostrerà “Compagno” sotto di esso. In secondo luogo, nella schermata della riunione viene visualizzata un’icona verde che mostra che una o più persone stanno utilizzando questa modalità.

Gli utenti Companion contano ai fini del limite di partecipanti?

Sì. Ogni dispositivo aggiuntivo conta come un altro partecipante. Tienilo a mente quando decidi quante persone invitare a una riunione.

La modalità Companion funziona sui tablet?

Google Meet non ha ancora rilasciato la modalità Companion per iOS o Android, il che significa che non puoi utilizzare tablet o telefoni che eseguono questi sistemi. È possibile che la funzione venga rilasciata in un secondo momento, ma per ora è limitata ai dispositivi menzionati in precedenza.

Perché alcune opzioni non sono disponibili in modalità Compagno?

Alcune funzioni e opzioni non sono disponibili in tutte le edizioni di Google Workspace. Se non sei sicuro di cosa sia e non sia disponibile, usa questi grafici di Google Meet per confrontare edizioni e caratteristiche.

Non posso semplicemente usare la modalità Companion invece di usare due schermi?

No. La modalità Companion non ha audio o video e non puoi parlare con nessuno, quindi è inutile di per sé, poiché non sai cosa sta realmente accadendo nella riunione. L’unica cosa che hai a disposizione per parlare con gli altri è la finestra della chat testuale. Per le riunioni video, hai davvero bisogno di uno schermo principale. La modalità Compagno è solo un compagno per distribuire meglio le attività e le funzionalità.

Crowder di cristallo
Crowder di cristallo

Crystal Crowder ha trascorso oltre 15 anni nel settore tecnologico, prima come tecnico IT e poi come scrittore. Lavora per aiutare a insegnare agli altri come ottenere il massimo dai loro dispositivi, sistemi e app. Rimane al passo con le ultime tendenze e trova sempre soluzioni ai problemi tecnologici comuni.