Serena Williams ha ricevuto le scuse dagli US Open dopo che le orribili chiamate hanno portato alla sua sconfitta

Serena Williams rimane uno dei tennisti più iconici. Oltre ad avere una delle più grandi bacheche di trofei del tennis, la Williams sarà sempre ricordata anche per le controversie, alcune deliberate, altre ingiustificate da parte sua. Uno di questi incidenti è accaduto al 2004 US Open.

Testa di serie 3a, Williams ha affrontato l’8a testa di serie Jennifer Capriati nei quarti di finale. Nonostante abbia vinto il primo set 6-2, la Williams ha perso i successivi due set 4-6, 4-6. Ciò che ha fatto notizia, tuttavia, all’epoca sono state ben quattro chiamate dubbie che sono andate contro la Williams, trasformando la partita in favore di Capriati.

Dopo la partita, Brian Earley, l’arbitro del torneo ha rilasciato una dichiarazione di scuse alla Williams. È stato anche annunciato che Mariana Alvesl’arbitro di sedia per la partita è stato sospeso per il resto del torneo.

“Purtroppo, il replay in televisione ha mostrato che l’arbitro di sedia ha fatto un’eccezione errata. È stato commesso un errore e ho discusso della chiamata con l’arbitro di sedia. La signora Alves, una 31enne originaria del Portogallo, non ha in programma di arbitrare un’altra partita durante gli US Open 2004 “. disse Earley.

Leggi anche: Martina Navratilova attacca John Kennedy Jr. per un paragone assurdo tra polizia e crackhead

La sconfitta di Serena Williams ha portato all’adozione di Hawkeye nel tennis

Serena Williams
Serena Williams discute la chiamata dell’arbitro di sedia Alves

Williams era allora una 2 volte campionessa degli US Open in corsa per il suo terzo titolo. Sembrava ancora una volta la favorita per il titolo essendo arrivata ai quarti di finale senza perdere un set. Tuttavia, la partita contro Capriati ha cambiato completamente le cose e molto merito potrebbe andare all’arbitro di sedia Alves.

Con quattro chiamate principali identificate in seguito, una delle più grandi è avvenuta nel terzo set. Al due, il vincitore di Williams è stato trovato all’interno della linea di fondo sinistra, ma Alves ha pensato diversamente passando il punto a Capriati. Capriati capitalizzato perfettamente per prendere la partita, set e match per entrare in semifinale mentre Williams è stato estromesso.

Arlen Kantarian, amministratore delegato dell’USTA per il tennis professionistico, in seguito è uscito e ha detto: “Ho parlato personalmente con lei un paio d’ore fa per telefono. Ha apprezzato molto la chiamata. Ci siamo scusati e le abbiamo detto quanto fosse importante per il torneo, quanto fosse importante per il tennis, e le abbiamo detto quanto abbiamo apprezzato la classe con cui ha gestito le domande dei media e la situazione”.

In relazione :  "Non facciamo stupidaggini", l'ex star russa Shamil Tarpischev respinge la richiesta dell'Ucraina di escludere la Russia dall'ITF

La situazione non si è raffreddata nonostante questo e Jim Curleyanche il direttore del torneo è dovuto intervenire e rilasciare una dichiarazione sull’intero incidente. “È un peccato, e come abbiamo detto a Serena, queste non sono le circostanze in cui ci piace vedere Serena uscire dal US Open. Ma fa parte del gioco”, disse Curley.

Con l’occhio di falco in uso all’epoca in veste non ufficiale, l’ITF nel corso dell’anno successivo ha testato la tecnologia e ne ha ufficializzato l’uso per tutte le partite. Mentre Williams ha dovuto pagare un prezzo pesante per questo, può sempre prendersi il merito di aver apportato un enorme cambiamento allo sport.

Leggi anche: Nick Kyrgios si unisce alla compagnia d’élite di Novak Djokovic e Rafael Nadal mentre scrive il suo nome in una statistica che pochissimi possono eguagliare

Leggi anche: “Ragazzi, fottutamente sapete qualcosa di tennis?” Tennis Twitter ha fatto infuriare l’ultima mancanza di rispetto mostrata nei confronti di Roger Federer in una foto di tributo al ritiro