“Sarebbe risultato positivo per questo” Patrick McEnroe respinge tutte le accuse mosse a Novak Djokovic per le presunte accuse di droga al Paris Masters

Ex stella del tennis Patrick McEnroe è uscito in pubblico per difendersi Novak Djokovic sulla saga dei drink misteriosi al Paris Masters. Durante le semifinali a Bercy, l’allenatore di Djokovic Ulises Badio e altri membri della sua squadra sono stati visti mentre preparavano segretamente un drink per il 21 volte campione del Grande Slam. Ciò che ha sconcertato tutti è stato il modo in cui nascondevano il processo di miscelazione.

Dopo questo, molti hanno affermato che Djokovic ha usato una sostanza vietata per migliorare le prestazioni. Tuttavia, non c’è stata alcuna prova che Djokovic stia usando qualsiasi sostanza illegale e persino sua moglie ha chiarito che tutte queste affermazioni sono totalmente prive di fondamento. Mentre molti hanno interrogato Djokovic in merito allo stesso, alcuni sono persino venuti in suo sostegno per respingere tutte le voci.

Patrick McEnroe, in un recente episodio del Tenendo la corte con Patrick McEnroe podcast, ha parlato della questione e ha difeso Djokovic da tutte le false affermazioni. Ha sostenuto che, come Simona Halep, se Djokovic avesse assunto una droga illegale, sarebbe risultato positivo, ma chiaramente non è così.

“Come abbiamo scoperto di recente con Simona Halep che è risultata positiva, questi giocatori vengono testati continuamente. Quindi, se c’era qualcosa di illegale nelle bevande che stavano mescolando, cosa che fanno per loro tutto il tempo durante le partite, è probabile che risulterebbe positivo. McEnroe disse.

Leggi anche: “Non mi sento giovane come gli altri” Novak Djokovic fornisce un aggiornamento sbalorditivo sulla sua forma e forma fisica in vista delle finali ATP

Novak Djokovic punta al sesto titolo record delle finali ATP

Novak Djokovic
Novak Djokovic (IMAGO / Xinhua)

Novak Djokovic si è qualificato per le finali ATP di Torino nonostante abbia saltato due major e più tornei Master, il che la dice lunga sulla sua classe. Ha vinto 5 campionati di fine anno, ma l’ultimo è arrivato 7 anni fa nel 2015. Da allora è arrivato a due finali ma non è riuscito a incassarlo.

Quest’anno è stato inserito in un gruppo difficile insieme a Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Andrey Rublev. Il serbo giocherà la sua partita di apertura lunedì sera contro Tsitsipas.

Leggi anche: “Ha fatto irruzione nel trio Federer-Nadal-Djokovic nel fiore degli anni” Andre Agassi una volta HA Elogiato Andy Murray per aver resistito fermamente contro il dominio dei Big 3

Leggi anche: L’assenza di Iga Swiatek dalla BJK Cup non impedisce al Team USA di adorare i risultati e il comportamento fuori campo del polacco

In relazione :  Riot Games rivela le posizioni di VCT Stage 2 Masters e Valorant Champions 2022