GUARDA: La moglie di Roger Federer, Mirka, consola Rafael Nadal e altri giocatori del Team Europe durante l’addio del maestro svizzero

Roger FedererL’addio è stata una notte molto emozionante per tutti, con tutti i presenti alla O2 Arena che piangevano vedendo il maestro svizzero dare l’addio anche se non ha avuto una fine da favola per la sua carriera dove ha perso la sua ultima partita di doppio alla Laver Cup in 2022 e ha persino perso il torneo dell’evento a squadre finale.

La moglie di Roger Federer Mika Federer è entrata in campo dopo la fine della partita e ha abbracciato a lungo il marito che piangeva senza sosta e ha confortato il marito che è stato un solido sostenitore durante l’incredibile viaggio del maestro svizzero con Ellie Goulding che si è esibita su alcune delle sue famose canzoni durante gli ultimi momenti di addio.

Mika poi si avvicinò per dare caldi abbracci a Andy Murray, Novak Djokovic, e ogni altro membro del Team Europe che si è anche emozionato e li ha ringraziati per la loro presenza. Alla fine, si avvicinò per confortarla Rafael Nadal che non riusciva a smettere di piangere dal momento in cui la partita è finita. Nadal è rimasto con Federer fino alla fine, quando entrambi sono usciti dal campo insieme, mano nella mano.

Leggi anche: Rafael Nadal rivela come Roger Federer abbia richiesto la sua presenza alla Laver Cup nonostante i suoi problemi personali

Roger Federer ha ricevuto un commosso addio alla Laver Cup

Roger Federer
Roger Federer

L’addio di Federer è stato memorabile per molti versi da quando è stato raggiunto dai suoi acerrimi rivali nei suoi ultimi momenti ed è stato al loro fianco poiché è il primo dei Big 4 a ritirarsi dallo sport competitivo. Entrambi i membri del team hanno portato sulle spalle il maestro svizzero per farlo sentire come un ling. Dopo il pensionamento, gli piacerebbe continuare a giocare ma più come professionista e ha anche affermato che non sarà un fantasma del tennis.

Roger Federer è salutato come uno dei più grandi tennisti con 103 ATP titoli in singolo inclusi i suoi 20 titoli in singolo del Grande Slam. Ha inciso il suo nome nella storia del tennis poiché è il primo giocatore maschile a vincere 20 titoli del Grande Slam nell’era degli Open. Era contento del modo in cui è finita e ha già parlato di piani per fare commenti a Wimbledon se gli fosse data la possibilità.

La sua eredità e il suo contributo allo sport sono esemplari ed è noto per la sua grazia ed eleganza in campo. Il suo viaggio da raccattapalle in Swiss Indoors a giocatore leggendario con così tanti successi nel corso della sua carriera di 24 anni è un vero esempio di pazienza, duro lavoro, grinta e determinazione.

In relazione :  "Novak Djokovic viene trattato come un CRIMINALE", afferma il fratello di Novak Djordje Djokovic

Leggi anche: Andre Agassi e Steffi Graf insieme incredibili, Graf può ancora giocare un grande tennis: Sebastian Korda

Leggi anche: Iga Swiatek insiste sul fatto che è “responsabilità sociale” dei giocatori russi e bielorussi prendere posizione contro il conflitto in corso tra Russia e Ucraina