“Ho dimostrato di essere ancora uno dei migliori”, riflette Nick Kyrgios sulla sua stagione di ritorno dopo aver iniziato a ‘perdere la sua identità’

Nick Kyrgios ha avuto prestazioni rivoluzionarie nel corso dell’anno raggiungendo la finale del singolo del Grande Slam per la prima volta a Wimbledon. Anche se ha perso le finali di Wimbledon, ha raggiunto il successo e registrato il suo nome tra le élite. Riflette sulle sue prestazioni durante tutto l’anno e considera la sua campagna al campionato di Wimbledon 2022 come il punto di svolta.

Dopo la sua spettacolare prestazione a Wimbledon, seguita dal suo trionfo al Citi Open e dall’eliminazione al quarto turno agli US Open, ha avuto una brusca fine della sua stagione. Si era ritirato dal Paris Masters a causa di un ricorrente infortunio al ginocchio che lo aveva costretto a ritirarsi dai quarti di finale del Japan Open 2022 a metà del torneo. Si era anche ritirato dagli Swiss Indoors per riposarsi adeguatamente.

Nick Kyrgios ha parlato delle sue lotte e aveva bisogno di una sorta di convalida poiché aveva voglia di perdere la sua identità. Ha anche ammesso che la sua campagna a Wimbledon è stata una performance che gli ha arricchito la vita. Ha affermato che ha instillato fiducia in se stesso e lo ha persino reso affamato di successo.

Durante un colloquiol’australiano ha detto che “Negli ultimi anni mi è sembrato di aver perso la mia identità sul campo da tennis, quindi ho dimostrato di essere ancora uno dei migliori al mondo. Prima della finale di Wimbledon non riuscivo a dormire, era quello per cui avevo lavorato tutta la vita. Ero a due set dall’immortalità del tennis, è un’esperienza che non dimenticherò mai. Mi ha reso molto più affamato di successo, ho imparato molto.

Leggi anche: L’ex tennista critica il “presuntuoso” Nick Kyrgios per aver giocato a tennis sporco contro Stefanos Tsitsipas

Nick Kyrgios entusiasta di far parte delle partite di esibizione in Arabia Saudita

Nick Kyrgios - Moyens I/O
Nick Kyrgios – Moyens I/O

Il finalista di Wimbledon 2022 è uno dei dodici giocatori programmati per prendere parte al Diriya Tennis Cup in Arabia Saudita nonostante il torneo abbia ricevuto critiche. Era entusiasta di far parte del torneo poiché Kyrgios ammette che non vede l’ora di costruire un rapporto con la gente e rendere popolare lo sport in quei paesi in cui i giocatori di tennis sono pochi. Desidera lasciare un’eredità e attrarre nuovi fan del tennis.

Sono sempre entusiasta all’idea di giocare a questo tipo di evento perché è molto importante che i fan possano essere coinvolti. Adoro viaggiare in posti dove non sai molto di tennis e cercare di attirare l’attenzione su questo sport, penso sia importante. Quando andrò in pensione voglio sapere che ho lasciato qualcosa e ho portato molti nuovi fan in questo sport. Penso che sia un vantaggio per me poter giocare queste partite e sfrutterò la pressione della partita per iniziare davanti agli altri all’inizio della stagione”, ha detto Nick Kyrgios.

In relazione :  L'allenatore di Carlos Alcaraz, Juan Carlos Ferrero, afferma che avere Novak Djokovic ai massimi livelli è una necessità

Vuole sfruttare questa opportunità per prepararsi alla prossima stagione e iniziare bene la sua stagione 2023. Nonostante abbia raggiunto il successo, i suoi scoppi di rabbia e i tentativi falliti di controllare le sue emozioni si rivelano una delle principali preoccupazioni per lui, motivo per cui è stato spesso punito e persino penalizzato. I suoi sfoghi alle finali di Wimbledon nei confronti di una spettatrice non hanno bisogno di presentazioni. Ha anche donato una somma di denaro in beneficenza per risolvere il caso legale con la spettatrice.

Leggi anche: “Fai un sorriso con te”, Simona Halep si gode la sua vacanza fuori stagione nonostante le indagini sulla sospensione del doping in corso

Leggi anche: “Qualcuno troverà la chiave”, l’ex vincitrice dell’Open di Francia Anastassia Myskina prevede che il dominio di Iga Swiatek finirà presto