“Il cemento indoor è la mia peggior superficie”, Rafael Nadal accetta i suoi demoni alle finali ATP mentre cerca il suo primo titolo nella sua 18esima apparizione

22 volte campione del Grande Slam Rafael Nadal a 36 anni è ancora determinato a migliorare nonostante sia uno dei volti più apprezzati e conosciuti nella comunità del tennis. Il mito spagnolo è già a Torino con la moglie e il neonato per tentare le sue possibilità nel Finali ATP per la 18a volta. Per chi non lo sapesse, la finale ATP 2022 è uno dei pochi tornei che non è mai riuscito a vincere. Rafel si è qualificato per le finali ATP per un record di 18 volte ed è stato idoneo a partecipare al campionato di fine anno ogni anno dal 2005.

Come riportato da Marca (tradotto tramite Google), Rafa ha ammesso di avere margini di miglioramento quando si tratta di campi in cemento indoor. Secondo lo stesso sensazionale tennistico, non gli era rimasta abbastanza benzina mentre giocava alle finali ATP ogni anno, soprattutto perché accade verso la fine della stagione. “Mi è mancato essere un giocatore migliore. Essere meglio sulla pista indoor. Questa è la realtà dello sport. Mi sono qualificato 17 volte, ma non sono stato competitivo 17 volte.”

Rafa ha continuato a valutare il suo gioco indoor dicendo: “Non so quante volte ho potuto giocare ai Master con opzioni reali. Storicamente il campo indoor è stato per me la superficie peggiore, ma negli ultimi anni penso di essere davvero migliorato su questa superficie.

Relazionato: Rafael Nadal rivela di aver subito un’altra lacrima addominale una settimana prima degli US Open, rivela di aver vomitato anche al Paris Masters a causa di problemi di stomaco

L’incredibile stagione 2022 di Rafael Nadal

Rafael Nadal
Rafael Nadal

Rafael Nadal sta vivendo una delle sue più grandi stagioni di sempre nel 2022. Nonostante le battute d’arresto per infortunio, è stato in grado di dominare la prima metà della stagione, vincendo entrambe le major al Open d’Australia e il Open di Francia. La stessa corsa degli Australian Open è sufficiente per rendere questa stagione straordinaria per lui e per i suoi fan.

Dopo aver conquistato il set estivo dell’ATP-250 Melbourne per prepararsi agli Australian Open, lo spagnolo ha mostrato una forma incredibile. L’epica conquista Denis Shapovalov nei quarti di finale e la rimonta contro Daniel Medvedev nelle finali degli Australian Open è ancora uno degli scontri intergenerazionali più amati di tutti i tempi.

Più tardi, dopo aver vinto l’ATP-500 Acapulco aperto ed essere 20-0 nella stagione che porta al pozzi indiani Masters finale, ha subito un infortunio alla costola e ha perso contro Taylor Fritz. Poi, dopo alcune settimane di riposo, ha mostrato al mondo perché è il re indiscusso dell’argilla nella terra parigina sconfiggendo Felix-Auger Aliassime in un thriller in 5 set nei quarti di finale seguito dalla rivincita contro il grande serbo Novak Djokovic in 4 set in semifinale. La finale è stata una passeggiata mentre si batteva Casper Ruud in rettilineo.

In relazione :  Posso permutare la mia auto con un privato?

Tuttavia, ha dovuto ritirarsi dal Wimbledon semifinali a causa di un infortunio all’addome. Lo strappo all’addome di Nadal non è ancora completamente guarito, come è evidente dalla scioccante perdita a Francesca Tiafè nel Pre-quarti di finale del US Open. Ha giocato il torneo con un movimento di servizio modificato per salvare l’addome da ulteriori lacrime, ma non ha funzionato abbastanza bene.

Rafa ha giocato solo una partita dopo gli US Open dove ha perso in 3 set contro l’americano numero 29 del mondo, Tommy Paolo. Rafa ha ammesso in seguito di aver avuto problemi di stomaco durante il terzo set di quella partita. Il mondo del tennis non vede l’ora di vedere come se la caverà Rafael Nadal a Torino questa volta.

Leggi anche: Finali ATP 2022: Rafael Nadal vs Taylor Fritz in diretta streaming, dettagli sulla partita, anteprima e previsione

Leggi anche: Il boss dell’ATP Andrea Gaudenzi augura una partita di campionato tra i rivali storici Novak Djokovic e Rafael Nadal alle finali ATP