SpaceX fissa la data prevista per il terzo test del razzo più potente del mondo 13

SpaceX fissa la data prevista per il terzo test del razzo più potente del mondo

SpaceX ha come obiettivo la prossima settimana il terzo volo di prova di Starship, il razzo più potente del mondo.

La società guidata da Elon Musk ha affermato che la Starship, che comprende il booster Super Heavy di primo stadio e la navicella spaziale Starship di stadio superiore, potrebbe essere lanciata “già il 14 marzo”, anche se ciò dipende dalla Federal Aviation Administration che le conceda un permesso di lancio. nei prossimi giorni.

SpaceX ha rivelato la data un post sui social media mercoledì e ha aggiunto una pagina dedicata alla missione nella sezione “Lanci” del suo sito web.

La compagnia di volo spaziale ha affermato che uno streaming live di quello che promette di essere uno spettacolare volo di prova inizierà sul suo sito web e su X (ex Twitter) circa 30 minuti prima del lancio.

L’astronave è alta 120 metri (395 piedi) e racchiude una colossale spinta di 17 milioni di libbre al momento del lancio – quasi il doppio di quella del razzo più potente della NASA, il nuovo Space Launch System – e ha volato due volte fino ad oggi, con entrambe le missioni lanciate da La base stellare di SpaceX a Boca Chica, Texas. Da lì decollerà anche il prossimo volo.

Nelle sue prime due missioni, l’astronave è esplosa prima di raggiungere l’orbita, anche se il secondo volo di prova ha ottenuto per la prima volta la separazione degli stadi.

“Il secondo test di volo di Starship ha raggiunto numerosi traguardi importanti e ha fornito dati preziosi per continuare a sviluppare rapidamente Starship”, SpaceX ha detto sul suo sito web. “Ognuno di questi test di volo continua ad essere proprio questo: un test. Non si verificano in un laboratorio o su un banco di prova, ma mettono l’hardware di volo in un ambiente di volo per massimizzare l’apprendimento”.

La società ha affermato che l’imminente volo di prova mira a basarsi su ciò che gli ingegneri di SpaceX hanno imparato dai lanci precedenti “tentando al tempo stesso una serie di obiettivi ambiziosi, tra cui il successo della salita di entrambi gli stadi, l’apertura e la chiusura del portello del carico utile della Starship, una dimostrazione del trasferimento del propellente durante la fase costiera dello stadio superiore, la prima riaccensione in assoluto di un motore Raptor mentre era nello spazio e un rientro controllato della Starship.

In relazione :  WhatsApp Web riceverà molto presto la funzione di blocco della chat

Entrambe le parti del razzo sono progettate per essere completamente riutilizzabili e, sebbene SpaceX abbia fatto atterrare con successo la navicella Starship dopo un volo suborbitale che non ha coinvolto il Super Pesante, gli atterraggi successivi al volo dell’intero veicolo non avverranno solo Ancora. Invece, entrambe le parti del razzo atterreranno in mare. Escludendo eventuali esplosioni a mezz’aria, il Super Heavy atterrerà nel Golfo del Messico, mentre la Starship ammaccherà nell’Oceano Indiano, a una distanza considerevole dalla località presa di mira dai primi due voli di prova, al largo delle coste delle Hawaii. La nuova traiettoria di volo consentirà al team di provare nuove tecniche come la combustione dei motori nello spazio massimizzando al tempo stesso la sicurezza pubblica, ha affermato SpaceX.

Entrambe le parti del razzo sono progettate per essere completamente riutilizzabili e, sebbene SpaceX abbia fatto atterrare con successo la navicella Starship diversi anni fa a seguito di un volo suborbitale che non coinvolgeva il Super Pesante, i tentativi di atterraggio successivi al volo dell’intero veicolo non lo faranno. sta accadendo proprio ora.

SpaceX mira a creare un sistema di volo spaziale in grado di trasportare sia l’equipaggio che il carico sull’orbita terrestre, sulla Luna e, infine, su Marte e oltre. La NASA ha già siglato un accordo con SpaceX per utilizzare una versione modificata della navicella spaziale Starship per far atterrare due astronauti sulla luna come parte dell’attesissima missione Artemis III attualmente prevista per il 2026.