‘The Witcher: Blood Origin’: la serie spinoff avrà linee temporali complesse come la serie originale?

Un aspetto di Lo stregone che aveva i fan che si grattavano la testa era la sua sequenza temporale. Durante la visione della prima stagione, la trama diventava confusa poiché i fan guardavano contemporaneamente tre diverse linee temporali. I fan hanno visto il passato sia di Geralt che di Yennefer mentre guardavano la linea temporale attuale di Ciri. Ma porta a chiedersi se The Witcher: Origine del sangue seguirà anche la complessa trama del suo predecessore utilizzando diverse linee temporali.

“The Witcher” ha mostrato i retroscena di Yennefer anni prima di quelli di Geralt e Ciri

La serie Netflix ha tre linee temporali principali che i fan sono stati in grado di capire. La storia di Yennefer è la prima della sequenza e si svolge nel 1210 prima di ciò che i fan vedono con Geralt. È importante ricordare che mentre si trova ad Aretuza e diventa un mago, Yennefer invecchia più lentamente degli altri. Significa che ha lo stesso aspetto da anni ed è quasi senza età.

Ad un certo punto, la storia di Geralt si verifica anche quando incontra Renfri. Ma la seconda sequenza temporale si concentra principalmente sul tempo di Geralt con Jaskier e le loro avventure. Dopo Renfri, c’è un salto temporale di 30 anni fino a quando il famigerato Witcher incontra il bardo. Durante questo periodo, i fan vedono tutti gli incidenti divertenti, il Djinn e Geralt seguono un drago. Inoltre, Yennefer scopre la verità sulla Legge della Sorpresa e sui suoi sentimenti verso Geralt.

La seconda linea temporale può essere successivamente collegata alla terza quando Geralt invocò la Legge della Sorpresa sul futuro figlio di Pavetta. La terza linea temporale è quella di Ciri e si svolge dappertutto Lo stregone. A differenza degli altri, tutto ciò che accade a Ciri è presente e presto si interseca con la storia di Geralt. Le tempistiche avevano bisogno di una ripartizione dettagliata, ma The Witcher: Origine del sangue manterrà le cose molto più semplici.

I fan non devono preoccuparsi delle linee temporali in “The Witcher: Blood Origin”

Netflix Tudum ha parlato con il creatore di The Witcher: Origine del sangue per arricchire ciò che i fan possono aspettarsi e non vedono l’ora dalla serie spin-off. Una delle domande importanti è se The Witcher: Origine del sangue avrà anche linee temporali complesse su cui i fan dovranno prendere appunti.

“Questa è più una corsa lineare semplice. È la stessa sequenza temporale, quindi non devi preoccuparti di quella parte mentre guardi”, spiega il creatore Declan de Barra. I fan possono respirare più facilmente sapendo che lo spinoff sarà più facile da seguire.

In relazione :  Avviso sugli spinoff di "Stranger Things": Finn Wolfhard è stato l'unico a indovinare l'idea segreta dei Duffer sulla trama
” src=” frameborder=”0″ allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; media crittografati; giroscopio; picture-in-picture” allowfullscreen>

Ma i fan vorranno tenere d’occhio tutte le rivelazioni della trama The Witcher: Origine del sangue funziona come retroscena degli eventi e include le uova di Pasqua della serie originale. “Origine del sangue imposta alcuni personaggi principali e preferiti dai fan dai libri in seguito Stregone serie. Ci sono oggetti e scoperte fatte in questo mondo che si giocano nelle stagioni successive di Lo stregone e hanno effetti critici sulla trama”, spiega il creatore.

La serie spin-off porta i fan in profondità nella storia del popolo elfico prima del regno umano

In Lo stregone, gli esseri umani sono in cima alla gerarchia in tutto il Continente. Ma i fan sanno che il popolo elfico che si nascondeva una volta aveva un ricco passato nella terra che gli era stata sottratta. The Witcher: Origine del sangue ha lo scopo di raccontare la loro storia in una serie limitata di 4 episodi.

La storia inizia mille anni prima degli eventi di Geralt di Rivia, Yennefer e Ciri. Pur avendo un gruppo di personaggi a tutto tondo, la serie si concentra su Éile (Sophia Brown), Fjall (Laurence O’Fuarain) e Scian (Michelle Yeoh).

Éile una volta era un guerriero nella guardia della regina che decise di lasciarsi tutto alle spalle per diventare un musicista itinerante. Scian una volta faceva parte del Clan Fantasma, che un re vendicativo ha sradicato. Vive da eremita finché Éile non la trova. Ferita dal dolore e dalla vendetta, Scian cerca di recuperare una spada speciale del suo popolo.

Fjall è nato nel suo ruolo di muscolo e guardia del Dog Clan. Ma dietro il bruto c’è un uomo che è stato ferito a causa della perdita.

I fan vedranno presto il viaggio di questi personaggi The Witcher: Origine del sangue il 25 dicembre.