Jeffrey Dahmer una volta creò il suo “cimitero privato” segreto da “Adolescent Obsession”

Molti veri fan del crimine sono curiosi di saperne di più sull’infanzia dei serial killer per sapere dove tutto ha avuto inizio. Tuttavia, ognuno di loro differisce nelle case in cui è cresciuto. Jeffrey Dahmer aveva un cimitero privato che è riuscito a mantenere segreto alla sua famiglia per un po’ di tempo, anche se all’epoca per lui era diventata una “ossessione adolescenziale”. Suo padre, Lionel, ha spiegato la scoperta del sito inquietante.

Il padre di Jeffrey Dahmer ha cercato di interessarlo ai normali hobby

Secondo il libro di Lionel, Storia di un padre, ha notato che suo figlio aveva un generale disinteresse per le attività sociali. Dahmer è stato ritirato e non aveva alcun interesse per le arti o altri hobby “normali”. Pertanto, Lionel ha deciso di dargli una piccola spinta nella giusta direzione per scoprire modi sani di trascorrere il suo tempo da adolescente. Quindi, ha presentato suo figlio al bodybuilding, che inizialmente ha mostrato grandi promesse.

Sfortunatamente, il Bullworker ha tenuto Dahmer impegnato solo per circa un anno a 16 anni. Scartava spesso oggetti che suo padre avrebbe acquistato per lui alla ricerca di divertimenti tipici per suo figlio. Tuttavia, Lionel avrebbe presto scoperto che Dahmer stava effettivamente lavorando a un cimitero privato che non avrebbe mai dimenticato.

Jeffrey Dahmer ha creato il suo “cimitero privato” con gli animali come parte della sua “ossessione adolescenziale”

Lionel ha scritto Storia di un padre che non sapeva del cimitero privato di Dahmer e dell’ossessione per le ossa che esplose in una “ossessione adolescenziale” fino al processo nel febbraio 1992.

“Cominciava a vagare per le strade vicine del nostro quartiere, sempre in bicicletta, ma dotato anche di una scorta di sacchi della spazzatura di plastica con i quali poteva recuperare i resti degli animali che ha trovato lungo il suo cammino”, ha scritto Lionel. “Raccoglieva questi resti di animali e creava il suo cimitero privato, spogliava la carne dai corpi di queste putrescenti uccisioni stradali e montava persino la testa di un cane su un palo”.

Il padre di Dahmer ha accusato questa rivelazione sia di coloro che lo circondavano che non lo avevano avvisato, sia di se stesso per non aver capito. Tuttavia, Lionel in seguito scoprì che il cimitero privato si trovava su “una piccola area collinare nella proprietà di un vicino” e la testa del cane era nel bosco.

Ha ucciso per la prima volta nel 1978

Dahmer alla fine si sarebbe trasferito dal cimitero privato, compresi i resti di animali, agli esseri umani. Ha commesso il suo primo omicidio nel 1978 subito dopo essersi diplomato al liceo. Ha preso il diciottenne Steven Mark Hicks, che era un autostoppista. Dahmer lo ha attirato a casa sua per conversazione, musica e birra, ma alla fine si è concluso con un omicidio.

L’assassino lo ha strangolato a morte dopo averlo colpito alla testa con un manubrio. Dahmer è stato molto intenzionale nel modo in cui ha demolito il corpo per eliminare quante più prove possibile. Tuttavia, in seguito ha ammesso il crimine e ha spiegato il processo incredibilmente inquietante che includeva una mazza per le ossa e acido per la carne.

In relazione :  "Sarà interessante vedere cosa fa ora" Rennae Stubbs scopre che Venus Williams si unisce a sua sorella Serena Williams per il suo ritiro agli US Open