Scarica facilmente tutte le immagini dalle pagine Web in Safari con Automator

A volte si ottiene una pagina di grafica sul Web e si desidera scorrere faticosamente con il tasto destro del mouse e salvare a turno ogni immagine. Questo va bene se ci sono da cinque a dieci immagini, ma cosa succede se ce ne sono da venticinque a cinquanta o cento? Se solo ci fosse un modo per scaricare facilmente tutte le immagini dalle pagine Web.

Certo che c’è. In questo articolo ti mostriamo un semplice script di Automator in tre parti sul Mac che rileverà e salverà tutte le immagini dalla pagina Web corrente (nel browser Safari) e le salverà in una directory sul desktop.

Nota: per Firefox, puoi seguire le istruzioni qui.

Scarica tutte le immagini dalle pagine Web con Automator

Automator è uno strumento davvero utile su Mac che pochi utenti tentano di utilizzare, ma dovrebbero davvero perché è facile e potente. Può automatizzare un gran numero di attività ripetitive e ha accesso a tutte le parti del sistema. Puoi convertire in batch file grafici in JPG, file audio da un formato all’altro o attivare e disattivare i file nascosti.

Qualcosa che potresti non sapere è che Automator ha ampi hook in Safari, permettendoti di fare cose altrimenti impossibili con le pagine Web.

Per automatizzare l’acquisizione di immagini su una pagina Web corrente, è facile utilizzare uno script a tre elementi e, naturalmente, puoi trasformarlo in un’app da eseguire sul desktop, dal dock (un servizio che viene eseguito da la barra dei menu) o anche un’azione cartella. In questo caso la trasformeremo in un’app, ma sentiti libero di sperimentare altri metodi target.

Scripting del flusso di lavoro

Apri un nuovo flusso di lavoro di Automator. Seleziona un’app come tipo di flusso di lavoro di destinazione.

Dalla barra degli strumenti delle azioni a sinistra, scegli Azioni Internet. Dall’elenco scegli “Ottieni pagina Web corrente” dall’azione Safari.

automator-grab-images-get-safari

Ora scegli tra le stesse azioni Internet “Ottieni contenuti delle pagine Web”. Questo caricherà in memoria un Archivio Web dei contenuti della pagina Web corrente su cui è possibile agire con azioni successive.

automator-grab-images-get-contents

Infine, scegli l’azione “Salva immagini dal contenuto Web”. Questa azione elabora l’archivio Web dal passaggio precedente e lo raccorda per i file di immagine, quindi salva tali file su disco nel modo specificato, in una directory denominata specifica o con l’URL.

Automator-grab-images-save-images

Con questo in mente, seleziona le caselle “Usa URL come nomi di cartelle” e “Sostituzione di cartelle esistenti”. Questo nominerà la cartella sul desktop con l’URL del sito Web per rendere ogni cartella diversa. Se esiste già, lo sostituirà invece di inserire un errore e non completare l’attività. Questo è un po ‘grezzo, ma potresti perfezionarlo con un po’ di lavoro.

In relazione :  "Le cose non andavano bene da luglio, non ero favorevole" L'ex allenatore Marian Vajda accenna alla frattura come motivo della rottura con Novak Djokovic

Salva l’app su disco nella tua posizione preferita.

Esecuzione dell’app

Esegui l’app come faresti con qualsiasi altra app, ricordando ovviamente di assicurarti che la scheda sulla pagina che desideri acquisire sia quella corrente. A proposito, funziona anche se Safari è ridotto a icona.

Puoi eseguire l’app dal desktop o nasconderla nella directory delle applicazioni ed eseguirla da un collegamento sul dock.

Esegui l’app e una cartella con il nome dell’URL viene salvata sul desktop contenente tutte le immagini della pagina.

automa-grab-cartella-immagini

Conclusione

Ci sono alcune limitazioni allo script che potresti probabilmente risolvere se ci giochi un po’. Ad esempio, viene visualizzato un errore se non ci sono immagini da acquisire. A parte questo, funziona bene, anche se un po’ di base.

Ci sono attività che vorresti vedere automatizzate? Hai reso questo script di base più complicato? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Phil Sud
Phil Sud

Phil South scrive di argomenti tecnologici da oltre 30 anni. A cominciare dalla rivista Your Sinclair negli anni ’80, poi MacUser e Computer Shopper. Ha progettato interfacce utente per software musicali rivoluzionari, è stato l’editore tecnico per libri di produzione di film ed effetti visivi per Elsevier e ha contribuito a creare il canale YouTube MTE. Vive e lavora nel Galles del Sud, Regno Unito.