Il responsabile della fuga di notizie di "GTA 6" è condannato al ricovero in ospedale 13

Il responsabile della fuga di notizie di “GTA 6” è condannato al ricovero in ospedale

L’hacker che ha fatto trapelare una serie di dettagli sul gioco’Grand Theft Auto 6 (GTA 6)‘ su internet, nel settembre 2022, pagherà caro l’accaduto e dovrà rimanere in detenzione ospedaliera.

Secondo la sentenza della causa, Arion Kurtaj “rimane un alto rischio per il pubblico a causa delle sue capacità e motivazioni”. L’hacker rimarrà imprigionato in un ospedale, poiché non può andare in una prigione normale.

Oltre ad essere nello spettro autistico, Kurtaj ha reagito violentemente contro la polizia quando è stato arrestato. All’epoca aveva solo 16 anni e riuscì ad hackerare il file giochi da rockstaridentificandosi con lo pseudonimo Lapsus$.

Passato complicato

Il responsabile della fuga di notizie di "GTA 6" è condannato al ricovero in ospedale 16

L’uomo è responsabile della fuga di informazioni su “GTA 6” – Immagine: Rockstar Games/Riproduzione

Non era la prima volta che il giovane metteva in azione le sue abilità di hacker. L’episodio riguardante la fuga di notizie di “GTA 6” è avvenuto mentre Kurtaj era in prigione per altri attacchi hacker.

Aveva già invaso, ad esempio, i sistemi NVIDIA, EE e Revolut. In altre parole, il passato del ragazzo è segnato da altri atti di questo tipo, che lo rendono un recidivo.

Secondo un rapporto della BBC, il giovane dovrà essere tenuto sotto controllo medico finché non rappresenterà più un pericolo per la società.

Successivamente dovrà trascorrere 18 mesi in un’unità di riabilitazione, dove gli sarà proibito utilizzare qualsiasi VPN o avere accesso a qualsiasi VPN accesso ad Internet.

L’hacker vuole continuare

Nel decidere il ricovero obbligatorio, la corte ha anche capito che Arion Kurtaj non dovrebbe essere sottoposto a un processo tradizionale. L’intento era proprio quello di decidere se avesse commesso atti illeciti, senza considerare se ne fosse consapevole.

Nella sentenza, la giuria ha osservato che Kurtaj “ha continuato a esprimere l’intenzione di tornare al crimine informatico il prima possibile. È molto motivato”.

La decisione ha tenuto conto anche delle dichiarazioni della psichiatra che accompagna il ragazzo, Claudia Camden-Smith.

Durante l’hacking di Rockstar Games, Kurtaj ha rubato più di 90 file da “GTA 6”. O computer portatile È stato sequestrato dalla polizia dopo l’incidente.

Il giovane però ha continuato con un dispositivo Amazon Fire Stick, che funzionava collegato alla TV dell’hotel, e un cellulare per continuare a far trapelare i materiali dell’azienda.

In relazione :  Il wide receiver della Star vuole giocare per gli Steelers dopo l'infortunio di Diontae Johnson