Il file FTX per la protezione dai fallimenti lascia organizzazioni come TSM in un enorme tumulto

TSM è stata lasciata in una situazione difficile dopo che il suo partner per i diritti di denominazione FTX ha presentato istanza di protezione ai sensi del Regime di protezione dal fallimento degli Stati Uniti l’11 novembre 2022. L’ex CEO dell’organizzazione di criptovalute, Sam Bankman-Fried, si è scusato pubblicamente affermando: “”Mi dispiace davvero, ancora una volta, che siamo finiti qui. Si spera che le cose possano trovare un modo per riprendersi. Si spera che questo possa portare loro una certa quantità di trasparenza, fiducia e governance.”

Tuttavia, questo ha lasciato la collaborazione tra TSM e FTX in una situazione difficile, dal momento che FTX ha ancora i diritti sul nome del Valorant Outfit. Con la mancanza di finanze, sembra che la squadra non sarebbe in grado di espandere il proprio roster e portare nuovi giocatori all’interno della sua rosa. Quando ha annunciato la partnership con FTX nel giugno 2021, TSM ha affermato che l’avrebbe fatto investire risorsenegli eSport e nei giochi nei prossimi cinque anni”. Uno degli obiettivi dell’organizzazione era quello di “accelerare la portata globale esistente” aprendo diversi uffici in tutto il pianeta, anche in Asia, Europa e Sud America, i cui piani sembrano essersi arenati.

Leggi anche: Valorant per rinnovare l’interfaccia utente nella patch 5.10 in seguito al contraccolpo della comunità

Da allora TSM si è rifiutata di commentare l’intero scenario, soprattutto dopo aver annunciato che l’organizzazione sarebbe tornata CS: VAI nel 2023, e l’idea generale dell’organizzazione era la creazione di “una forte impronta in Europa“. Resta da scoprire se i piani di espansione di TSM sono ancora praticabili data la situazione attuale di FTX e come reagirebbe questo gruppo di Valorant a questo incidente.

Leggi anche: Valorant nuova mappa nome in codice Jam: cosa ne sappiamo?

Fallimento TSM FTX: cosa ne sappiamo?

TSM FTX
TSM FTX

Inizialmente TSM aveva pianificato di utilizzare i fondi acquisiti dalla sponsorizzazione FTX per attirare giocatori fuoriclasse con stipendi migliori per salire di livello, aggiungere squadre in più campionati di eSport come CS: VAI, Overwatche Rainbow Six Cogli e uffici aperti in aree come Cina, Europae Sud America. L’accordo originale firmato lo scorso anno ha visto FTX US partner con TSM in relazione al mercato statunitense mentre FTX.com ha collaborato con il team a livello internazionale.

Le possibilità di FTX di sopravvivere alla sua situazione di bancarotta sono peggiorate quando Binance, la più grande società di scambio di criptovalute al mondo che aveva inizialmente firmato un accordo non vincolante per acquisire FTX, alla fine tirato fuori. Ora TSM, insieme a quelli che hanno accordi di partnership con FTX come il Calore (diritti di denominazione dell’arena), MLB (comprese le patch degli arbitri) e il Mercedes-AMG Petronas racing team in F1, sono rimasti senza entrate di sponsorizzazione.

In relazione :  GUARDA: “Sta urlando”- Coco Gauff irritata dai grugniti di Martina Trevison, lamentele all'arbitro di sedia

Questo non è tuttavia che qualcosa del genere sia successo negli eSport, come Crypto.com aveva firmato un accordo per essere il partner crittografico globale di Rivali di Twitch campionato di eSport. Tuttavia, la leadership di Crypto.com ha deciso all’inizio di quest’anno di porre fine al patto. Da allora entrambe le società hanno concordato di sciogliere l’accordo entro la fine del 2022. Sarà interessante scoprire se TSM e FTX hanno deciso di adottare un approccio simile.

Leggi anche: L’agente Valorant Fade verrà nerfato nella prossima patch