G2 Esports viene cancellato dal franchising di Valorant in seguito alla controversia del CEO e di Andrew Tate

G2 Esports sembra essere stato cancellato nello scenario di Valorant eSports dopo che il CEO dell’organizzazione, Carlos Rodriguez, è stato visto festeggiare con Andrew Tate dopo aver vinto il campionato mondiale di League of Legends.

Nonostante sapesse che Andrew Tate è stato etichettato come una personalità misogina sulle piattaforme dei social media e ha dovuto affrontare enormi contraccolpi fino ad oggi, il CEO di G2 Esports è rimasto impenitente per la sua decisione di uscire con Tate.

Leggi di più: Il rilascio di Valorant Mobile potrebbe essere prima del previsto poiché gli sviluppatori iniziano i test privati

Andrew Tate potrebbe aver offuscato l’immagine di G2 Esports

G2 Esports viene cancellato dal franchising di Valorant in seguito alla controversia del CEO e di Andrew Tate
valoroso

G2 Esports è una delle organizzazioni europee di eSport più popolari in questo momento che comprende i roster di giochi FPS come Valorant e CS: GO, oltre alla loro specialità, League of Legends. A parte League of Legends, hanno una squadra Valorant altamente competitiva in Nord America, ma questo potrebbe non essere di alcuna utilità.

Riot ha recentemente rinnovato la sua struttura eSports dopo aver concluso il loro Champions Tour 2022 e averlo terminato con una nota FORTE. Secondo la nuova struttura, gli sviluppatori stanno pianificando di fornire una partnership ad alcuni team di EMEA, Americhe e Pacifico. Mentre alcune squadre erano fiduciose che avrebbero preso il posto, la posizione di G2 Esports è stata lasciata in sospeso.

Questa opinione arriva dopo che il CEO dell’organizzazione è stato trollato con veemenza sui social media dopo aver celebrato la vittoria della sua squadra di League of Legends al Campionato del mondo con Andrew Tate, la personalità controversa che rimane bandita su tutte le principali piattaforme.

LOUD incoronato campione del mondo al VCT 2022 Istanbul, sconfigge OpTic 3-1 nel gran finale

In seguito, l’amministratore delegato ha preso 8 giorni di congedo non retribuito dopo aver commentato che nessuno ha il diritto di controllare le sue amicizie. Ora, G2 Esports sembra affrontare un altro problema poiché gli è stato negato il posto in franchising Valorant del Nord America e dell’UE, che apparentemente è stato confermato in precedenza.

"G2 had a spot locked in NA, but Riot had an emergency meeting and decided otherwise. Likely LEV is having the last NA spot."

Un importante insider di eSports ha rivelato la notizia su Twitter poiché Riot Games deve ancora annunciare ufficialmente le 30 squadre che collaboreranno valoroso squadre nel circuito eSports. Poiché a G2 Esports è stato negato il posto, i giocatori soffriranno a lungo termine nella scena competitiva.

In relazione :  Come ottenere GIF come sfondo del tuo Android

Valorant: qual era il bug della torretta Killjoy che ha causato il riavvio di VCT?