Come ottenere la sincronizzazione bidirezionale per Google Drive su Android 13

Come ottenere la sincronizzazione bidirezionale per Google Drive su Android

Google Drive è una delle soluzioni di archiviazione cloud ampiamente utilizzate e gli utenti possono accedervi sulla maggior parte delle piattaforme sia su computer che su palmari. Parlando di Windows, un utente può utilizzare il file

applicazione Windows dedicata

per mantenere sincronizzate le cartelle tra Google Drive e il computer locale e qualsiasi modifica apportata, sia sul server che sulla cartella locale collegata, si riflette in tempo reale. L’app per Android, tuttavia, manca di questa funzionalità e l’app ufficiale deve ancora ottenere questa funzionalità.

Sincronizzazione Google Drive è un’app per Android che mira a colmare questa lacuna. È un’app elegante che porta la sincronizzazione bidirezionale per Google Drive su dispositivi Android, proprio come l’abbiamo sui nostri PC.

La sincronizzazione avviene in background come servizio, a seconda di come è configurata l’app. Quindi diamo un’occhiata a come funziona.

Utilizzo di Google Drive Sync per Android

Dopo aver installato Google Drive Sync, quando lo apri per la prima volta, ti darà la possibilità di connetterti a Google Drive. L’app utilizzerà automaticamente l’account Google collegato del dispositivo e accederà per te. Ti chiederà quindi di concedere autorizzazioni speciali per accedere ai tuoi file sull’unità e completare la configurazione iniziale.

Connetti1
Registrazione

Successivamente, seleziona una delle cartelle nella memoria del tuo telefono che desideri collegare a Google Drive per la sincronizzazione. Creane una nuova se non disponi già di una cartella dedicata e collegala a una cartella su Google Drive nel passaggio successivo.

Infine, lo strumento ti chiederà il tipo di sincronizzazione che desideri eseguire. C’è molto altro tra cui scegliere oltre alla sincronizzazione bidirezionale di cui siamo preoccupati.

Seleziona cartella
Seleziona Cartella unità

Questo è tutto, lo strumento creerà la regola e avvierà automaticamente la sincronizzazione delle due cartelle.

Caratteristiche uniche

Era abbastanza buono, ma il vero potere dell’app risiede nelle sue impostazioni. Gli utenti possono configurare ogni volta che si tratta di sincronizzazione, come la percentuale della batteria richiesta, l’inserimento nella whitelist o nella blacklist delle reti Wi-Fi e l’intervallo di sincronizzazione. Ciò rende l’app robusta ed efficiente dalla batteria. Puoi anche escludere determinati tipi di file di sistema (come thumb.db) dall’elenco di sincronizzazione per risparmiare memoria e larghezza di banda.

Metodo di sincronizzazione
Impostazioni

L’avvertimento

La versione gratuita dell’app, tuttavia, presenta alcune limitazioni. Esiste un limite per la dimensione del file di caricamento di 8 MB e l’utente può creare regole di sincronizzazione per una sola cartella alla volta. Tuttavia, se ti piace lo strumento, puoi aggiornarlo alla versione Pro ($ 4,99) per rimuovere tutte le limitazioni.

In relazione :  Nuovo malware, agente Smith, ha infettato ben 25 milioni di Android

Conclusione

Ecco come puoi utilizzare l’app per creare una regola di sincronizzazione bidirezionale per Google Drive sul tuo dispositivo Android. L’app si concentra solo sulla sincronizzazione e ha lasciato le funzionalità di base da gestire per l’app ufficiale di Google Drive. Sono molto impressionato dall’app e la consiglio davvero agli utenti Android se hanno alcuni documenti importanti che vogliono mantenere sempre sincronizzati.

Provalo e facci sapere come ha funzionato per te.