Come crittografare il tuo telefono Android e perché 13

Come crittografare il tuo telefono Android e perché

La crittografia sui dispositivi Android è stata introdotta da Google molto tempo fa con il lancio di Android Gingerbread (2.3), ed è una funzionalità piuttosto utile se sei preoccupato per la sicurezza del tuo dispositivo e la privacy dei tuoi dati personali.

Tony Webster | Flickr

La maggior parte dei dispositivi Android di fascia alta rilasciati di recente con Android Lollipop o versioni successive sono dotati di crittografia abilitata immediatamente, mentre negli altri gli utenti devono attivarla manualmente.

Poiché la crittografia ostacola le prestazioni del telefono, Android presenta la crittografia come opzione per i dispositivi con specifiche hardware basse.

Leggi anche: Ecco come trovare il tuo dispositivo Android smarrito o rubato.

Perché dovrei crittografare il mio telefono?

Android utilizza dm-crypt, un sistema di crittografia del disco standard nel kernel Linux, per archiviare i dati nel telefono in modo codificato, rendendolo illeggibile.

Shutterstock 370076498
tramite Shutterstock

La crittografia del telefono proteggerà i tuoi dati, il che può essere tanto più utile in un ambiente aziendale per evitare i pericoli dello spionaggio aziendale.

Tuttavia, anche nella nostra vita quotidiana crittografare il dispositivo potrebbe essere la scelta giusta, soprattutto contro i crescenti pericoli online.

Anche se potresti non avere alcun segreto governativo o aziendale rilevante che stai salvando dai perpetratori, hai la tua identità e altri dati finanziari personali sul telefono, che se messi nelle mani sbagliate possono metterti in situazioni pericolose come furto di identità o frode finanziaria.

Nelle versioni Android Lollipop (5.1) e successive, gli utenti possono scegliere se avere o meno un livello PIN/Password sulla crittografia. Si consiglia sempre di impostare una password per una protezione ottimale.

Sebbene esistano metodi sofisticati per violare un dispositivo crittografato, ciò non significa che sia necessario semplificare l’accesso ai dati da parte di un utente malintenzionato.

Se sei ancora confuso su come potrebbe essere utile, pensa al motivo per cui hai anche un blocco schermo in primo luogo? Anche se possono essere aggirati con molta facilità.

La crittografia rallenta il dispositivo

Una volta crittografato il telefono, sarà necessario decrittografare i dati ogni volta che lo si apre utilizzando la password/PIN, il che significa che verrà utilizzata più memoria per questa operazione con conseguente potenziale calo delle prestazioni nei dispositivi con specifiche hardware basse.

In relazione :  Come risolvere il problema Impossibile connettersi all'App Store su iOS 11

Una volta abilitata la crittografia, non è possibile tornare indietro se non ripristinando le impostazioni di fabbrica del dispositivo, il che significa che perderai tutti i tuoi dati dal dispositivo e dovrai ricominciare da capo.

Come abilitare la crittografia in Android?

La crittografia è una funzionalità integrata nel sistema operativo Android e non è necessario scaricare alcun software o app di terze parti per eseguire l’attività.

Crittografa Android
stwn | Flickr

L’opzione per abilitare la crittografia può essere trovata nelle impostazioni del tuo telefono Android, ma potrebbe trovarsi in una posizione leggermente diversa rispetto ad Android di serie a seconda della marca e del sistema operativo personalizzato.

Ad esempio, l’impostazione della crittografia nei dispositivi Xiaomi può essere trovata in Impostazioni aggiuntive, in “Privacy”.

Mentre, su Android di serie, devi accedere a “Sicurezza” nelle Impostazioni del telefono. Vedrai un’opzione per “Crittografare telefono” sotto il sottotitolo “Crittografia”. Se il tuo dispositivo è già crittografato, lo dirà qui.

Schermata 20170608 135041

In caso contrario, tocca semplicemente l’opzione Crittografa telefono e il dispositivo ti porterà alla schermata successiva che ti dirà come la crittografia del dispositivo cambia le sue prestazioni e quanto tempo impiegherà il processo.

Prima di procedere con la crittografia, assicurati che la batteria sia carica almeno all’80% poiché la crittografia può richiedere più di un’ora e il dispositivo deve essere collegato a una fonte di alimentazione durante il processo.

Screenshot 2017 06 08 13 15 46 590 Com Impostazioni Android

Se il tuo dispositivo è rootato, dovrai annullare il root per crittografarlo, dopodiché il dispositivo può essere nuovamente rootato.

Alcuni dispositivi Android offrono anche di crittografare il contenuto delle schede SD, vedrai un’opzione per lo stesso e puoi scegliere di crittografare anche i dati sulla tua memoria esterna.

I lettori di impronte digitali non possono essere utilizzati come password per la crittografia, quindi ogni volta che avvii il dispositivo, dovrai inserire il PIN/Password al primo tentativo e successivamente lo scanner di impronte digitali funzionerà per il blocco e lo sblocco.

Detto questo, i dispositivi più recenti vengono crittografati immediatamente e ora c’è un modo per sbarazzarsi della crittografia in quelli, nemmeno con un ripristino delle impostazioni di fabbrica.