Antonio Conte affronta il licenziamento dopo un’epica sfuriata: possibili sostituzioni al Tottenham

L’allenatore italiano ha fatto una tirata post-partita dopo che gli Spurs hanno pareggiato il Southampton 3-3. La stagione è stata ampiamente deludente con Conte che ha incolpato l’autocompiacimento e la scarsa cultura.

Qualcuno doveva dirlo e Antonio Conte Detto questo, il problema potrebbe essere che potrebbe costargli il posto, ma se qualcuno leggesse la stanza sabato è Conte è pronto a partire. L’ex allenatore del Chelsea non ha trattenuto il Tottenham, i suoi giocatori e il club.

“La storia del Tottenham è questa. Da vent’anni c’è il titolare e non hanno mai vinto qualcosa ma perché? La colpa è solo della società, o di ogni allenatore che resta qui. Ho visto i dirigenti che il Tottenham aveva in panchina. Rischia per stravolgere la figura del manager e per proteggere l’altra situazione in ogni momento”, è stata una delle dichiarazioni più brutali fatte dal 53enne.

Ora, secondo varie fonti, Conte sembra essere esonerato già questa settimana dal presidente del Tottenham Daniel Levy. Ecco i possibili candidati a subentrare agli Spurs in caso di esonero di Conte.

Possibili sostituti di Conte agli Spurs

Maurizio Pochettino non allena da quando ha lasciato il PSG e potrebbe tornare in carica, anche se Pochettino ha lasciato gli Spurs in circostanze simili.

Luis Enrico sarebbe una scelta interessante e che potrebbe portare qualcosa di diverso al club. Tommaso Tuchel fresco di Chelsea potrebbe voler fare una crepa nel progetto del Tottenham, uno che potrebbe modellare a suo piacimento.

Scelta inverosimile dell’allenatore del Fulham Marco Silva sembra improbabile a questo punto. Non importa chi sia seduto alla panchina del Tottenham, una cosa è certa, prima di nominare un nuovo allenatore, gli Spurs potrebbero voler esaminare la loro cultura.

In relazione :  Zlatan Ibrahimovic elogia Lionel Messi ma non ha avuto pietà dei suoi compagni di squadra argentini