Targhe digitali: quali stati le hanno?

Le leggi statunitensi richiedono che tutte le auto abbiano targhe in modo che la polizia possa identificare i veicoli se necessario. Le targhe non solo rendono più facile per gli ufficiali emettere citazioni. Ma se il tuo veicolo viene rubato, le autorità possono rintracciare la tua auto più facilmente se ha le targhe adeguate. E ora (o presto), potresti avere la possibilità di visualizzare una targa digitale sul tuo veicolo invece di una tradizionale in metallo. Ecco di più sulle targhe digitali e quali stati le hanno.

È possibile richiedere targhe digitali in questi stati

Chiunque sia autorizzato a guidare in California può ricevere una targa digitale. La società Reviver è responsabile della fornitura di queste lastre (con il marchio “RPlates”) nel Golden State, nel Michigan e in Arizona. Sono anche legali in Texas, anche se solo per l’utilizzo della flotta commerciale.

La società conferma che altri 10 stati adotteranno presto le targhe digitali, anche se non ha ancora nominato quegli stati.

Inoltre, “puoi guidare legalmente la tua RPlate (attaccata alla tua auto, ovviamente) in qualsiasi stato degli Stati Uniti, così come in Canada e Messico”, afferma Reviver. Supporta anche le targhe per disabilità.

” src=” frameborder=”0″ allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; media crittografati; giroscopio; picture-in-picture” allowfullscreen>

Puoi acquistare un abbonamento a una licenza digitale tramite il sito Web Reviver, con la possibilità di scegliere tra piastre alimentate a batteria o cablate. Quest’ultimo è cablato all’impianto elettrico della tua auto, quindi si illumina ogni volta che il tuo veicolo è in funzione.

Le piastre alimentate a batteria sono l’opzione più economica, a partire da $ 19,95 al mese. Se acquisti piastre cablate, costano $ 24,95 al mese con un contratto di due anni. Gli abbonamenti annuali costano rispettivamente $ 215,40 e $ 275,40. L’installazione professionale costa $ 150, ma Reviver fornisce istruzioni per l’installazione delle unità da solo.

Come funzionano le targhe digitali?

” src=” frameborder=”0″ allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; media crittografati; giroscopio; picture-in-picture” allowfullscreen>

I legislatori della California ritengono che le targhe digitali saranno più convenienti di quelle standard per la maggior parte dei conducenti. Invece di aspettare al DMV per il rinnovo, i clienti con targhe digitali possono farlo automaticamente. Gli utenti possono anche programmare le targhe per pagare pedaggi e parcheggi.

La tecnologia RPlate include un’app per smartphone, con la quale è possibile personalizzare le targhe con vari banner. Queste targhe digitali sono inoltre dotate di modalità chiara e scura, rendendole più visibili di quelle in metallo.

In relazione :  Alex Corretja sente che le prestazioni miracolose di Carlos Alcaraz durante tutto l'anno lo hanno lasciato fisicamente prosciugato e infortunato

Secondo dot.LA, ogni piastra offre anche connettività 5G e Bluetooth. Inoltre, le targhe digitali promettono di offrire ai conducenti una maggiore protezione contro i furti d’auto.

L’app RPlate offre un’opzione per notificare alle forze dell’ordine se la tua auto è stata presa. Dopodiché, la targa visualizzerà “RUBATO” sullo schermo per essere visto da tutti gli automobilisti circostanti. Ogni targa ha anche un localizzatore GPS.

Per sicurezza, tieni la tua vecchia targa di metallo nel bagagliaio del tuo veicolo. “Nell’improbabile eventualità che la tua RPlate non sia leggibile, dovresti sostituire la tua RPlate con la piastra di metallo fino a quando la RPlate non può essere riparata o sostituita”, afferma l’azienda.

Possibili problemi di privacy relativi a queste lastre high-tech

Sebbene le targhe digitali possano essere convenienti se utilizzate correttamente, gli hacker possono sfruttarle. dot.LA afferma che un gruppo per i diritti digitali ha già sottolineato i pericoli dell’archiviazione di tutti quei dati sensibili.

Ad esempio, il tracciamento GPS mostrerebbe i conducenti che si recano agli appuntamenti presso strutture sanitarie o eventi privati. Gli stalker potrebbero anche utilizzare le informazioni per tracciare i movimenti delle loro potenziali vittime.

Tuttavia, secondo uno studio evidenziato da NPR, questi scenari potrebbero non essere realistici. Questo rapporto mostra che né i conducenti né le forze dell’ordine hanno visto le targhe come problemi di sicurezza significativi.

Inoltre, Reviver ha adottato precauzioni per proteggere la privacy degli utenti. Ad esempio, puoi attivare o disattivare il tracciamento GPS in qualsiasi momento. RPlate utilizza anche un cloud crittografato per contenere tutti i dati associati alle targhe digitali.

Per il momento, sembra che Reviver abbia sviluppato un’alternativa innovativa e sicura alle targhe tradizionali. L’unico aspetto negativo che possiamo vedere è la spesa aggiuntiva: il rinnovo delle lastre di metallo costa solo circa $ 60 all’anno.