La battaglia tra Apple ed Epic Games, il creatore di Fortnite, non finirà presto.

Secondo un nuovo rapporto di Bloomberg, Epic ha ora intentato una causa contro Apple presso il tribunale antitrust del Regno Unito.

La battaglia di Epic con Apple

Sostiene che la decisione di Apple di avviare Fortnite dall’App Store nel 2020 era illegale. Nel caso, gli avvocati di Epic accusano Apple di aver abusato della sua “posizione dominante” come controllore dell’App Store. Ha anche protestato contro il controllo di Apple sul meccanismo di elaborazione dei pagamenti nell’app iOS.

Questo è il punto cruciale dello scontro tra Apple ed Epic. La scorsa estate, Epic ha introdotto un nuovo modo per consentire ai giocatori di Fortnite di effettuare acquisti in-app senza passare attraverso l’App Store iOS. Ciò ha violato l’accordo per gli sviluppatori di Epic con Apple e ha privato Apple della riduzione monetaria dei pagamenti in-app.

Apple ha risposto rapidamente rimuovendo Fortnite e altri titoli Epic dall’App Store, spingendo Epic a intraprendere un’azione legale contro Apple.

Nella nuova causa di Epic contro Apple (una causa simile è stata intentata anche contro Google), ha chiesto un ordine per impedire ad Apple di intraprendere ulteriori azioni contro la società. Vuole anche che Apple ripristini l’account sviluppatore Apple di Epic. Infine, Epic sta cercando un’ingiunzione del tribunale che impedisca ad Apple di subordinare l’accesso al software iOS all’uso dell’App Store e agli acquisti in-app autorizzati da Apple.

Per saperne di più: Epic fa causa ad Apple e Google per il divieto di app store di Fortnite

Dichiarazione epica sul deposito

A seguito del deposito, Tera Randall, Vice President of Communications and Policy di Epic, ha rilasciato la seguente dichiarazione a 9to5Mac:

Epic Games ha avviato un’azione legale contro Apple e Google nel Regno Unito, ampliando la sua lotta per promuovere pratiche di piattaforma digitale eque per consumatori e sviluppatori. La causa, intentata presso il London Competition Appeals Tribunal, afferma che il comportamento di Apple e Google nei rispettivi app store è un abuso di posizione dominante e una violazione delle leggi sulla concorrenza del Regno Unito, riducendo drasticamente la concorrenza nei processi di distribuzione e pagamento delle domande.

Riteniamo che questo sia un punto importante da sottolineare per conto di consumatori e sviluppatori nel Regno Unito e in tutto il mondo che sono colpiti dall’abuso del potere di mercato da parte di Apple e Google. Non vediamo l’ora di presentare il nostro caso il 21 gennaio. Epic non sta cercando danni da Apple o Google nel Regno Unito, in Australia o negli Stati Uniti, sta semplicemente cercando un accesso e una concorrenza equi a vantaggio di tutti i consumatori.

Apple ed Epic si incontreranno attualmente in tribunale negli Stati Uniti entro la fine dell’anno.