8 modi per eseguire app Android in Windows

In tutto il mondo, sempre più persone usano i loro telefoni e tablet come driver quotidiani, portando al desiderio di utilizzare le loro app telefoniche sui loro computer. Sebbene tu possa trasformare alcuni siti Web in app Windows, il porting di altri strumenti mobili, come app di budgeting e pianificatori di social media, richiede uno sforzo da parte degli sviluppatori. Grazie alla virtualizzazione e ad altre tecnologie, esistono alcune soluzioni per eseguire app Android su Windows. Questo tutorial include otto soluzioni che eseguono Android 9.0 o versioni successive.

Soluzioni supportate ufficialmente

Microsoft e Google hanno sviluppato le proprie soluzioni per l’esecuzione di app Android in Windows, rendendole le opzioni più sicure se non ti fidi di sviluppatori di terze parti più piccoli o non ti piacciono i modelli freemium.

1. Sottosistema Windows per Android (WSA)

Sottosistema Windows per Androido WSA, è un ambiente Android emulato e fa parte del Amazon App Store. Puoi installare comodamente questa funzionalità da Microsoft Store, se disponibile nel tuo paese, e goderti prestazioni veloci, soprattutto se il tuo sistema supera i requisiti di sistema hardware. Se riesci a trovare le app Android di cui hai bisogno su Amazon Appstore o se non ti dispiace eseguire alcuni passaggi aggiuntivi per installare i file APK di Android, si consiglia WSA per utenti occasionali, in quanto non troverai alcun bloatware e non dovrai apportare modifiche qualsiasi impostazione di Windows per eseguire app Android.

Professionisti

  • Soluzione ufficiale Microsoft per l’esecuzione di app Android
  • Funziona su Android 12.1
  • Supporto Amazon App Store
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start
  • Più app possono essere eseguite all’interno delle proprie finestre individuali

contro

  • Funziona solo su Windows 11
  • Requisiti di sistema hardware più elevati
  • Non disponibile in tutti i paesi, tranne che con una soluzione alternativa
  • Google Play e Google Services devono essere aggiunti da soli
  • L’installazione degli APK richiede la riga di comando o a app di terze parti

2. Studio Android

Google ha sviluppato Android Studio per aiutare gli sviluppatori Android a creare app e testarle su varie versioni di Android per garantire la piena compatibilità. Android Studio viene fornito con una funzionalità chiamata AVD (Android Virtual Device), che ti consente di scegliere una configurazione hardware e una versione di Google da emulare sul tuo computer.

App Android in Windows Android Studio Avd

Dopo aver creato l’immagine e avviato l’emulatore, puoi accedere a Google Play o trascinare e rilasciare i file APK per installare e utilizzare le app Android. Poiché Android Studio viene fornito con vari strumenti per sviluppatori, questa soluzione richiede più spazio di archiviazione e ha un’interfaccia complicata. Raccomando di utilizzare Android Studio solo se l’app di cui hai bisogno funzionerà solo su una versione Android recente.

Professionisti

  • Soluzione ufficiale di Google per testare le app Android
  • Supporta molte versioni di Android
  • Infissi personalizzati per simulare al meglio un telefono o tablet Google
  • Supporta anche macOS, Linux e Chrome OS
  • Diverse immagini sono aggiornabili e vengono fornite con Google Play e Google Services preinstallati

contro

  • Processo di installazione ingombrante che prevede diversi download
  • Possibili problemi grafici su alcune configurazioni hardware
  • Interfaccia utente travolgente per i non sviluppatori
  • Alcuni problemi di compatibilità delle app
  • Requisiti di spazio su disco elevati

Emulatori Android basati su VirtualBox

VirtualBox è una soluzione di virtualizzazione gratuita e open source per l’esecuzione di sistemi operativi guest, come Windows e Linux, all’interno del sistema operativo host. Tutti gli emulatori Android in questo elenco hanno il motore VirtualBox integrato e sono dotati di immagini Android personalizzate. Queste immagini ospitano ambienti Android completamente emulati e radicati, completi di lanciatori della schermata iniziale e impostazioni personalizzabili.

In relazione :  10 cose da fare prima di installare Galaxy Note 9 Android Pie

Le caratteristiche comuni condivise da tutti gli emulatori includono la possibilità di creare più macchine virtuali, allocazione personalizzabile di CPU e RAM verso la macchina virtuale Android e un registratore dello schermo integrato. Sebbene l’obiettivo principale di tutte queste soluzioni sia il gioco, puoi anche installare e utilizzare app Android tramite l’app Google Play preinstallata o trascinare e rilasciare i file APK.

Per misurare le prestazioni di ciascun emulatore, ho configurato ciascuno per utilizzare 2 core e 4 GB di RAM con una risoluzione di 720p. Ho avviato ogni emulatore durante la registrazione del tempo di avvio, quindi ho eseguito a Geekbench 5.4.4 benchmark in seguito, utilizzando il mio laptop con le seguenti specifiche:

  • Intel Core i5-12500H 3,80 – 4,00 GHz
  • 16 GB di RAM LPDDR5 a 4800 MHz
  • NVIDIA GeForce RTX 2050 4GB GDDR6
  • Samsung MZVL2512HCJQ-00BL2 512 GB NVMe Gen4
  • Windows 11 Pro 21H2 build 22000.856 con Hyper-V, Virtual Machine Platform e Secure Core disabilitati in modalità di alimentazione “Bilanciata”

3. LDPlayer

LDPlayer è in circolazione dal 2016 e si è evoluto fino a diventare quello che potrebbe essere il miglior emulatore Android basato su VirtualBox. Il semplice processo di installazione non ti costringe a installare bloatware e la schermata iniziale di Android appare pulita con sottili pubblicità di app nella parte inferiore.

App Android nella schermata iniziale di Windows Ldplayer

La parte migliore di LDPlayer è che può funzionare anche con il sottosistema Windows per Android e Windows Sandbox abilitato, anche se con una leggera penalizzazione delle prestazioni. Pertanto, se decidi di utilizzare LDPlayer come unico emulatore Android, ti consiglio di lasciare che apporti le opportune modifiche alle impostazioni quando richiesto per massimizzare le prestazioni.

Professionisti

  • Processo di configurazione semplice con annunci minimi e discreti
  • Funziona insieme ad altre soluzioni senza grandi modifiche alle impostazioni
  • Avviato in media in meno di sette secondi
  • Supporta fino a 165 fps

contro

  • Le versioni precedenti di Android richiedono un programma di installazione separato
  • Impossibile visualizzare le dimensioni di ogni macchina virtuale dall’app

4. BlueStacks 5

BlueStacks 5 è l’emulatore Android più vecchio nell’elenco che continua a ricevere aggiornamenti e supporto. Questo emulatore vanta ottime prestazioni ed è molto facile da usare, grazie al lanciatore di app incluso e al supporto per i collegamenti sul desktop.

App Android nella schermata iniziale di Bluestacks di Windows

Tuttavia, BlueStacks interrompe la funzionalità del sottosistema Windows per Android, Windows Sandbox e altri emulatori, poiché richiede di disabilitare alcune funzionalità di Windows affinché funzioni. Fornisce uno strumento che apporta comodamente le modifiche di Windows necessarie, ma disabilita anche l’isolamento del core, che può rendere il tuo sistema più vulnerabile a malware sofisticati.

Professionisti

  • Tempo di avvio più veloce, con una media di circa 6,12 secondi
  • Nessun annuncio casuale
  • Google Chrome preinstallato
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start

contro

  • Richiede la maggior parte delle regolazioni delle impostazioni di Windows
  • Le dimensioni di ciascuna macchina virtuale non possono essere visualizzate dall’app

5. Giocatore Nox

Giocatore Nox è in fase di sviluppo attivo dal 2015 ed è attualmente il miglior emulatore Android per le persone attente allo spazio di archiviazione. Un’immagine Android appena creata è inferiore a un gigabyte, che è da tre a cinque volte più piccola dell’immagine Android media. È anche l’unica soluzione basata su VirtualBox con una versione macOS. Rifiuta semplicemente qualsiasi offerta per installare eventuali app extra nel file di installazione, poiché non ti servono per far funzionare NoxPlayer.

App Android nella schermata iniziale di Windows Nox

Professionisti

  • Piccole dimensioni del file della macchina virtuale
  • Disponibile anche per macOS
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start
  • Supporta 120 fps

contro

  • Software in bundle opzionale sul programma di installazione
  • Punteggio Geekbench più basso (395 single core e 798 multi-core)

6. MEmu

Se ti piace dilettarti con varie versioni di Android attraverso un’unica soluzione basata su VirtualBox, MEmu è la soluzione migliore, in quanto ti consente di creare ambienti Android 4.4, 5.1, 7.1 e 9.0. Le versioni precedenti generalmente offrono prestazioni più veloci a scapito della compatibilità con le app più recenti, ma l’ambiente Android 9.0 ha ottenuto un punteggio elevato nei benchmark sintetici. Tutto ciò lo rende una buona scelta per l’utilizzo di app Android più pesanti, se non ti dispiace qualche bug e pubblicità occasionale.

App Android nella schermata iniziale di Windows Memu

Professionisti

  • Punteggio Geekbench più alto (1.386 single core e 2.474 multi-core)
  • Supporto opzionale per app Android 4.4
  • Google Chrome preinstallato
  • Supporta opzioni a 90 e 120 fps
In relazione :  Le 3 migliori app per Mac gratuite per lavorare con i file di film MKV

contro

  • Gli annunci video fastidiosi all’avvio richiedono un abbonamento mensile per la disattivazione
  • Problemi occasionali di stabilità durante l’avvio e l’utilizzo

Soluzioni dipendenti dal dispositivo

Le soluzioni dipendenti dal dispositivo si basano sulle risorse hardware del dispositivo connesso per alimentare l’app Android. Ciò riduce significativamente i requisiti di sistema per Windows per eseguire app Android, poiché il lato computer della soluzione si concentra sull’offerta dell’interfaccia per avviare l’app e accettare l’input da lì. Poiché queste soluzioni eseguono il rendering dell’app dal dispositivo mobile sullo schermo, tutte le impostazioni personalizzate dell’app dal dispositivo mobile vengono trasferite anche sullo schermo del computer.

7. Collegamento telefonico

Se hai collegato un telefono Android supportato al tuo computer Windows utilizzando l’app Phone Link, puoi avviare in remoto quasi tutte le app installate nel telefono dal tuo computer e visualizzarle tramite il mirroring dello schermo. Un piccolo sottoinsieme dei telefoni supportati con Android 11 ti consente anche di avviare e manipolare più app dallo stesso dispositivo. Finché si dispone di una connessione di rete locale veloce, l’utilizzo delle app Android sul telefono tramite Phone Link dovrebbe risultare molto reattivo.

App Android nel collegamento di Windows Phone

Professionisti

  • Soluzione ufficiale Microsoft per l’esecuzione di app Android tramite il mirroring dello smartphone
  • Richiede il minimo spazio su disco
  • Consuma meno risorse di sistema
  • Le app possono avere le proprie icone di avvio sulla barra delle applicazioni e sul menu Start
  • Più app possono essere eseguite con le proprie finestre se il dispositivo esegue Android 11 e versioni successive

contro

  • Sia lo smartphone che Windows devono risiedere sulla stessa rete
  • Funziona solo con un set limitato di telefoni Android
  • L’audio è solo dal telefono
  • Le prestazioni variano in base alle specifiche del dispositivo e alla velocità della rete
  • Dimensioni della finestra e ridimensionamento dell’app limitate alle dimensioni e alla risoluzione dello schermo del dispositivo

8. Samsung Dex

Diversi smartphone Samsung di punta sono dotati di una funzione chiamata Samsung Dex che crea un ambiente desktop sul display o sul computer collegato. Dopo aver installato il Samsung Dex software sul tuo computer, puoi connetterti al tuo computer in modalità wireless o tramite cavo USB-C ed eseguire app Android con finestra direttamente da quell’ambiente Windows. Il telefono rimarrà disponibile per svolgere altre attività.

App Android nella schermata iniziale di Samsung Dex di Windows

Professionisti

  • Le app possono essere eseguite in finestre ridimensionabili
  • Prestazioni veloci, soprattutto per i recenti telefoni di punta Samsung
  • Requisiti di sistema del computer molto bassi
  • Opzioni di connessione cablata e wireless disponibili

contro

  • Disponibile solo per telefoni Samsung di fascia alta
  • Compatibilità app limitata rispetto ad altre soluzioni

Domande frequenti

È sicuro utilizzare i dettagli del mio account Google per accedere a Google Play all’interno di un emulatore Android?

Sì. Tuttavia, se in seguito decidi di eliminare l’emulatore, assicurati di rimuovere il tuo account Google dalla sezione “Account” in “Impostazioni” all’interno dell’emulatore. Ciò impedirà a Google di utilizzare quel dispositivo emulato come autenticatore se accedi al tuo account Google utilizzando un altro computer o un altro indirizzo IP.

Devo disabilitare Hyper-V anche se l’emulatore Android funziona con esso?

La disabilitazione di Hyper-V in Windows ti darà prestazioni migliori su tutti gli emulatori Android basati su VirtualBox. Una volta disabilitato, non puoi utilizzare il sottosistema Windows per Android, Windows Sandbox o altre app che si basano su Hyper-V, come Docker Desktop. Tuttavia, puoi ripristinare facilmente queste funzionalità dalla sezione delle impostazioni delle funzionalità di Windows quando non utilizzi un emulatore Android per eseguire app Android in Windows.

Qual è il vantaggio dell’utilizzo di un emulatore Android che supporta più di 60 FPS (fotogrammi al secondo)?

Se il display collegato del tuo computer supporta più di 60 fotogrammi al secondo e esegui un gioco Android che supporta frequenze di aggiornamento elevate, dovresti notare un gameplay più fluido; tuttavia, nessuno degli emulatori con opzioni FPS elevate aggiunge vantaggi alle app.