Recensione di “A Very British Scandal”: Claire Foy brilla nella miniserie Prime Video

Un duca e una duchessa entrano in guerra in Prime Video Uno scandalo molto britannico, il cui soggetto è l’aspra divisione del 1963 tra Margaret Campbell, la duchessa di Argyll, e suo marito, Ian Cambell, il duca di Argyll. Il cast di prim’ordine dello spettacolo ben realizzato include La coronaClaire Foy interpreta l’irrefrenabile duchessa. Wanda VisionPaul Bettany interpreta il suo crudele marito. Ma i personaggi che interpretano sono così spiacevoli che alcuni spettatori potrebbero avere difficoltà a superare questa serie di tre episodi.

“A Very British Scandal” esamina uno scandalo tabloid nella vita reale

” src=” frameborder=”0″ allow=”accelerometro; riproduzione automatica; scrittura negli appunti; media crittografati; giroscopio; picture-in-picture” allowfullscreen>

quando Uno scandalo molto britannico apre, il divorzio di Margaret e Ian è una notizia in prima pagina sulla stampa britannica. Margaret è diretta in tribunale per prendere posizione nel caso molto pubblicizzato, che includeva accuse di infedeltà da entrambe le parti. C’è anche una prova schiacciante contro la duchessa: una Polaroid di lei che esegue un atto sessuale su un uomo non identificato.

Non è proprio lì che Margaret pensava che sarebbe finita quando incontrò Ian più di un decennio prima, quando entrambi erano sposati con altre persone. La loro attrazione reciproca è immediata, anche se ci sono indizi che lei sia interessata al suo castello ancestrale in rovina in Scozia quanto lo è a lui.

Si sposano, ma la luna di miele è breve. Ian è un eroe della seconda guerra mondiale che soffre di disturbo da stress post-traumatico dal suo tempo come prigioniero di guerra nazista. In agguato dietro la sua patina di fascino di livello superiore c’è un tossicodipendente alcolizzato e violento. Ian usa l’eredità di sua moglie per finanziare i suoi sforzi donchisciotteschi per allevare una nave del tesoro spagnola affondata. Una Margaret sempre più infelice trascorre sempre più tempo a Londra e tra le braccia di altri uomini. Affonda le sue energie rimanenti nella ristrutturazione del castello di Inveraray. Quindi, scopre che i figli di Ian dal suo precedente matrimonio stanno per ereditare la tenuta. Per proteggere i suoi interessi, fa una scelta che li mette sulla strada del divorzio. Finisce con entrambi che si lanciano fango a vicenda in tribunale.

“A Very British Scandal” è più cupo, meno divertente di “A Very English Scandal”

Uno scandalo molto britannico proviene da alcuni degli stessi produttori del vincitore dell’Emmy nel 2018 Uno scandalo molto inglese. Quello spettacolo era un esame molto attento della relazione clandestina tra un politico britannico Jeremy Thorpe (Hugh Grant) e uno stalliere molto più giovane (Ben Whishaw). Ma a parte un nome e un team di produzione simili, Uno scandalo molto britannico ha poco in comune con il suo predecessore.

In relazione :  Recensione Ultimate Ears Wonderboom: bassi che ti lasceranno a bocca aperta

Per uno, è meno divertente di Uno scandalo molto inglese. Quello spettacolo ha iniettato una buona dose di umorismo oscuro nella sua storia di omicidio su commissione andato storto. Uno scandalo molto britannico ha un tono più cupo. Margaret e Ian sono entrambi persone sgradevoli e danneggiate che non possono fare a meno di ferire coloro che li circondano. E nonostante i lampi di glamour della metà del secolo – l’elegante Margaret non manca mai di sembrare messa insieme, anche quando il suo mondo sta andando in pezzi – il mondo in cui vivono questi personaggi è oscuro e deprimente.

Claire Foy brilla come la duchessa di Argyll

Claire Foy indossa un cappello e una stola di pelliccia e tiene in mano una coupé di champagne in

Uno scandalo molto britannico vuole chiaramente che gli spettatori simpatizzino con Margaret, che è trattata in modo orribile da suo marito e dalla stampa (sebbene il suggerimento dello show che sia stata la prima donna a essere pubblicamente umiliata dai mass media britannici è discutibile). Foy brilla come una donna complessa e incompresa il cui rifiuto di vergognarsi della sua sessualità l’ha messa fuori passo con i tempi in cui ha vissuto. Ma lo spettacolo non esita a mettere in evidenza i suoi numerosi difetti. Era inflessibile, connivente e occasionalmente crudele, come si vede dal modo in cui trascina casualmente la nuova moglie di suo padre nel dramma del divorzio.

Ian è un mascalzone sociopatico e Bettany è irresistibile ogni volta che appare sullo schermo, sia che stia facendo un invito affascinante a White dal suo futuro suocero o che stia deridendo crudelmente la balbuzie di Margaret. In un ultimo incontro con sua moglie prima che si dirigano in tribunale, ammette di non “sentire davvero niente. Non ho mai.” La battaglia con Margaret è “la più vicina che abbia mai avuto per sentirmi vivo”, aggiunge. È una delle rare volte in cui intravediamo ciò che rende Ian ticchettante, e lo spettacolo potrebbe aver beneficiato di più momenti come questo. Uno scandalo molto britannico accenni a traumi nel passato di Ian e Margaret. (Sarebbe stato bello vedere di più Phoebe Nicholls nei panni della madre emotivamente riservata di Margaret.) Ma non scava mai troppo in profondità, lasciando agli spettatori un’immagine confusa di due persone tossiche rinchiuse in un matrimonio destinato a fallire.

Uno scandalo molto britannico è in streaming su Prime Video.

​​Guardare Foglio di trucchi del mondo dello spettacolo su Facebook!